lunedì 20 febbraio 2017

Petto di pollo farcito con verza, frutti rossi e nocciole

Si cerchino una momentanea distrazione da questa pagina gli amici vegani e vegetariani per questa mia parentesi carnivora. Rara, ma comunque presente, a cadenza regolare, nel mio quadro alimentare.
"Lo farai felice, Massimo. Perché non gli lasci rimasugli". Già, il mio macellaio di fiducia, che mi vede solo quando finisco le scorte di pollo, è felice che io gli dica "separami tutto, petto, ali, cosce, sovraccosce. E..... dammi anche il collo, che ho voglia di un buon brodo". Le zampe se le tiene strette, ma la prossima volta non la scampa. Non è forse della gallina che non si butta via niente? Ahahahahahah. I suoi polli sono buoni, non c'è dubbio e io mi diverto ad arricchire la loro semplicità con sapori sempre nuovi, talvolta bizzarri, sempre appaganti. Questa volta è nata la sfida di una farcitura audace. La dolcezza della frutta, la nota pungente del cavolo verza, la croccantezza delle nocciole e una crosticina sfiziosa a mo' di panatura all'esterno. Beh, io mi avvalgo della preziosa alleanza con una friggitrice ad aria calda che rende tutto più leggero e lascia, così, che i sapori delle materie rimangano liberi di esprimersi naturalmente. Per chi ancora non avesse ceduto ^_^ il forno può sempre rappresentare una valida alternativa. Insomma, trovate il vostro escamotage, ma provate questo piatto: rimarrete meravigliati!

Ingredienti

170 g di petto di pollo intero
50 g di nocciole sgusciate
30 g di frutti rossi essiccati
1 spicchio d'aglio
2 foglie di alloro
40 g di foglie di cavolo verza
20 g di miele d'arancia
1/2 cucchiaino di foglie di aneto essiccato
albume d'uovo
sale rosa
pepe
1 cucchiaio di fiocchi d'avena
1 cucchiaio di pangrattato (io di riso)
olio evo

4 foglie di cavolo verza
1/2 pera Williams

Fate ammorbidire in acqua i frutti rossi, per almeno un paio d'ore. Strizzateli e insetiteli in un boccale. Aggiungete le nocciole, l'aglio, le foglie di alloro, l'aneto, il sale, il pepe e tritate tutto.
Lavate le foglie di cavolo verza, asciugatele bene e tagliatele a striscioline. Unitele al trito di frutti rossi e frullate nuovamente, aggiungendo anche il miele.
Incidete il petto di pollo in modo da ricavare una tasca. Farcitelo con il trito appena preparato e chiudetelo sigillandolo bene con un filo o con degli stuzzicadenti.
Sistemate su un piatto il pangrattato e i fiocchi d'avena e mescolateli tra loro. A parte versate del tuorlo d'uovo (io uso quello pastorizzato, ma in alternativa potreste usare un uovo o una parte di questo), passateci il petto di pollo farcito. Rotolatelo nel pangrattato e lasciatelo riposare per una decina di minuti. In questo modo la panatura aderirà bene alla carne.
Irrorate leggermente la superficie con dell'olio evo, quindi cuocete per 30 minuti nel cestello della friggitrice ad aria calda, oppure in forno, a 200°.

Nel frattempo lavate le restanti foglie di cavolo verza, asciugatele e tagliatele a julienne. Tagliate a bastoncini anche la pera e unitela al cavolo. Condite con olio, sale e pepe a piacere.
Quando avrete ottenuto una bella crosticina dorata, estraete il pollo farcito e lasciatelo riposare qualche minuto.

Tagliate la vostra tasca a fettine non troppo sottili e servite accompagnandolo con l'insalata.
Dolcezza, pienezza, freschezza, per un piatto che vi sorprenderà.

12 commenti:

  1. Non amo molto il pollame, purtroppo. Però lo cucino e cerco di mangiarlo. In genere prediligo proprio ricette come questa, dove i sapori si mescolano, rendendo tutto diverso e, per me, più saporito. Bella ricetta. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere, sia il tuo pensiero, sia l'apprezzamento. Dai una possibilità ad un sapore ostile ^_^
      Grazie.

      Elimina
  2. Un insieme di sapori che mi stuzzica molto.

    RispondiElimina
  3. Io rimango meravigliata di te, ogni volta!!!!
    Sai rendere tutto sempre speciale! :-))

    Un abbraccio e buonissima settimana, dolcezza! :-* :-* :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...che, alla fine, è un semplicissimo petto di pollo, ahahahahahah.
      Buona settimana anche a te, splendore.

      Elimina
  4. un blog fantastico e ricette deliziose!:)Buona fortuna e saluti dal Belvita Hotel benessere Alto Adige.Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara, è un piacere trovarti qui ^_^

      Elimina
  5. Ecco, ora mi sento un po in colpa....che sia per colpa mia ch eil mio macellaio ha chiusto, perchè andavo là una volta l'anno?????
    Bella fine che hai fatto fare a quel pollo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se dovesse campare con me, credo chiuderebbe oggi stesso anche il mio, di macellaio. Facciamo che, vista la media, ci possa andare volte all'anno, forse 5. Salvo eccezioni prendo un pollo. Intero, certo, ma pur sempre un pollo, mica una fassona intera!! Ecco....neanche le uova, che le vende a peso d'oro. Confido in qualche eterno carnivoro, va. Ahahahahahahah.
      Grazie tesorina.

      Elimina
  6. amo il pollo e segno volentieri questa ricetta, è da provare ! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo adoro anche io, soprattutto se ben contestualizzato. Odio le fettine alla piastra asciutte e stoppose, ma lo trovo anche sorprendente, se preparato con un pizzico di fantasia ^_^

      Elimina