venerdì 4 novembre 2016

Chicchi di shirataki al curry con crema di avocado e foglie di carota: le follie e le certezze del quotidiano

Shirtaki mania. Ormai lo è diventata. Come tutte quelle cose per cui si storce il naso e si ascolta la solita tiritera del non sa di niente, tutto si trasforma in missione, e quindi in principio. Non aprite un pacco di shirataki con l'intenzione di assaggiarli al naturale, sia pure dopo il lavaggio consigliato. Rimarreste profondamente delusi. Ma giocate d'astuzia, con pochi e semplici accorgimenti e vi sentirete confortati nell'averne la dispensa piena :D Io lascio a se stessi, sempre, i consigli di cottura. Faccio sempre di testa mia. A volte inciampo, altre volte ne esco vincente. Questa volta mi sento vincente. Il segreto per i miei shirataki, che siano in grani, in spaghetti o in noodles, è farli saltare a fiamma viva fino a renderli croccanti. Arricchiti di sapori che ogni volta invento e modifico, diventano un piatto sfizioso e magicamente low calories. Sentitevi, così, autorizzati ad aggiungere una buona salsa all'avocado. Che salutare lo è, sì, ma anche un tantino ricca ^_^ Quel ricco buono, però, che regala al piatto preziose declinazioni di nutrienti utili al nostro corpo. Un piatto innovativo. Sano. Buono. Per me il traguardo dei miei principi ^_^

Ingredienti

1 confezione di shirataki in grani
1 ciuffo di foglie di carote (da 1 kg di carote)
75 g di avocado
20 g di gherigli di noci
250 g di latte di cocco
20 ml di olio evo
2 cucchiaini di olio di sesamo
1 cucchiaino di fieno greco
1 spicchio d'aglio
1/2 cucchiaino di spirulina
curry a piacere
sale integrale

   Inserite in un boccale le noci, il fieno greco, la spirulina, il sale e il curry. Tritate tutto, quindi inserite le foglie prelevate dai ciuffi di carote, precedentemente lavate e asciugate, unite l'olio evo, quello di sesamo e frullate tutto fino ad ottenere una crema più o meno uniforme.
Pulite l'avocado e tagliatelo a pezzetti. Aggiungetelo alla crema appena preparata e frullate nuovamente. Assaggiate sapore e sapidità ed eventualmente correggete con spezie o sale.
Per ultimo versate il latte di cocco e mescolate tutto in modo che l'insieme risulti ben amalgamato.
Scaldate in un wok un filo di olio evo. Schiacciate uno spicchio d'aglio e fate insaporire sul fuoco. Sciacquate gli shirataki sotto un getto di acqua corrente per un minuto circa. Scolate bene, quindi versateli nel wok.
Aggiungete curry e sale a piacere e fate saltare tutto, a fiamma viva, per qualche minuto. Fino a quando risulteranno ben dorati.
A questo punto unite la salsa preparata in precedenza (quanto basta, secondo i vostri gusti). Fate saltare ancora per un paio di minuti in modo che i sapori si armonizzino, quindi servite.
Spolverizzate con del pepe e, se gradiste, irrorate con un filo di olio crudo. I sapori esploderanno sul vostro palato, regalandovi un'esperienza difficile da dimenticare!!

E tutta la cremina, preziosissima, conservatela in un vasetto a chiusura ermetica. In frigorifero si manterrà per qualche giorno e per tutti i vostri sani capricci.

20 commenti:

  1. Shirataki...mamma mia.... nulla da fare da te gli ingredinti che banalmente vendono al supermercato proprio non esistono!!!! Bravissima, soprattutto perchè mi fai conoscere tutte queste delizie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahah, ma gli shirataki li trovi anche al supermercato!!!!!! :D
      Bella che sei :*

      Elimina
  2. lo ammetto...sono ignorante... gli shirataki non sono spaghetti? non li ho mai provati, sembrano buoni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sia in spaghetti, sia in noodles, sia in chicchi.
      Non hanno sapore, anzi, a crudo e sconditi non sono nulla di piacevole, ahahahahahah, ma con un condimento giusto possono diventare davvero sfiziosi.

      Elimina
  3. Ecco, questo ingrediente è x me una novità che non esiterò a provare :-) Grazie dei tuoi salutari consigli ^_^ Buon we <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che io sono strana..... ahahahahahahahah
      Un bacetto, mia dolce zietta.

      Elimina
  4. Anche io non conoscevo questo ingrediente, shirataki, ma c'è sempre da imparare. Comunque sia immagino sia un piatto molto salutare e lo mangerei molto volentieri ! Buon fine settimana !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salutare lo è davvero. Difficilmento prescindo da questo dettaglio :D
      Grazie Claudia, buona settimana.

      Elimina
  5. Che ricetta fantastica!!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  6. Un abbraccio e buona giornata Manu ^_^

    RispondiElimina
  7. Ciao Erica, le tue ricette sono sempre molto interessanti, con ingredienti particolari e presentate molto bene, guardando le foto mettono appetito!
    Adoro questo tuo modo di cucinare, da te imparo sempre qualcosa di nuovo!
    Bravissima, bacioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questo è un grandissimo piacere, Gabry ^_^
      Grazie!!

      Elimina
  8. Shirataki? Quanto sono ignorante mamma mia!! Anche io non li ho mai visti in giro ma da te non mi apsetto certo di trovare ingredienti comuni ... era da tanto che non ti lasciavo un saluto. Guarda che passo sempre eh ... non ti perdo di vista, sei sempre nel mio cuore. Tanti baci, cara Erica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E anche tu sei nel mio!!!!
      In realtà gli shirataki sono in spaghetti. Questi, errore mio, sono chicci di konjac. Ma so' bboni ugualmente :D
      Ti abbraccio tesoro mio.

      Elimina
  9. ammetto non non saperne nulla, devo cercarli !Sei sempre una marcia avanti Erica , un bacione !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il mio modo per volermi bene ^_^
      Grazie Chiara, un abbraccio.

      Elimina
  10. Eh lo ammetto, vergognandomi anche un po', sono lontana anni luce dal riuscire ad alimentarmi in modo sano come fai tu da tempo. Chissà, forse un giorno (spero non troppo lontano) ci riuscirò.
    Un abbraccio amica mia :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho la soluzione, ho la soluzione, ho la soluzione!!!!!!!!!!!
      ADOTTAMIIIIIIIIIIII :D

      Elimina
  11. appena ho letto "latte di cocco" nell'elenco degli ingredienti sono andata in estasi!!! Un giorno spero di assaggiare queste tue meraviglie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me sarebbe un onore grandissimo, soprattutto alla luce della nuova esperienza che stai facendo ^_^

      Elimina