lunedì 12 dicembre 2016

Cioccolatini all'arancia con biscotto sablé salato: sempre di istinto, e a modo mio

Fu una conversazione di qualche mese fa(*). Il mio interlocutore: cuoco, con una particolare propensione alla pasticceria, ai tempi collega. "Ci sono preparazioni che richiedono degli ingredienti precisi, quelli e basta: da lì non si scappa". Sorrido, ma neanche per troppo tempo, visto che la risposta mi è scivolata via dalla bocca nel giro di un battito di ciglia: "Come professionista tu sei tenuto a seguire certe regole, come appassionata di cucina io sono autorizzata ad infrangerle". Tutto si concluse con un'arresa, la sua, a mani alte. E tutto si perpetua con la mia voglia di sperimentare cose nuove, che nulla hanno a che vedere con le regole della cucina e della pasticceria, ma per cui, ogni tanto, sento ancora dirmi "beh, niente male questa scelta!!".
La mia passione incontrollabile per il cioccolato non è un mistero. In questa stagione, poi, non faccio molto per trattenerla. E allora lo vesto per l'occasione: lo aromatizzo, lo accosto a sapori di stagione, lo interpreto, lo arrotondo. E ve lo offro. A qualcuno, fortunello, lo porgo sul palato, ad altri, ancora la maggioranza, davanti agli occhi. Ma senza mai risparmiarmi ^_^

Ingredienti

Per il biscotto
85 g di farina di riso impalpabile
25 g di maizena
60 g di burro di arachidi (per me home made)
40 g di olio di cocco
45 g di malto di riso
sale rosa

Per il ripieno
180 g di datteri naturali
80 g di confettura di arance (per me arance e zucca fatta in casa)
15 g di cacao amaro
farina di limoni
cannella
sale rosa
5 g di rhum

Per la copertura
150 g di cioccolato fondente extra
25 g di olio di cocco

Iniziate a preparare il biscotto: impastate le farine con il burro di arachidi, l'olio di cocco, il malto di riso e il sale rosa (mezzo cucchiaino scarso). Formate un panetto compatto e lasciatelo riposare in frigorifero, avvolto in un foglio di pellicola trasparente, per circa un'ora.
Sciogliete il cioccolato fondente con l'olio di cocco, a bagno maria o nel microonde, come preferite. Lasciatelo intiepidire. Versatene un cucchiaino circa in ogni incavo dello stampo in silicone e fate ruotare lo stesso stampo, in modo da coprire tutta la superficie. Lasciatelo riposare in frigorifero per qualche minuto, poi ruotate nuovamente. Proseguite fino a quando si sarà formato uno strato sufficientemente spesso. Lasciate solidificare completamente il cioccolato.
   Preparate quindi il ripieno, frullando i datteri, privati del nocciolo, la confettura di arance, il cacao, la cannella, la farina di limoni (o un po' di scorza grattugiata), il sale rosa e il rhum. Dovrete ottenere una crema uniforme. Riempite, con questa preparazione, le piccole conchiglie di cioccolato, lasciandole sempre nello stampo di silicone. Ponete in frigo e passate ai biscotti.
Riprendete lo stampo, stendetelo in una sfoglia spessa circa mezzo centimetro e tagliatelo in dischi della grandezza dei cioccolatini. Sistemateli su una placca coperta da carta forno e cuocete, a 180°, per 15 minuti.Sfornateli e lasciateli raffreddare completamente.
Passate all'assemblaggio. Estraete con attenzione i cioccolatini dallo stampo e sistemate sulla base di ciascuno un disco di biscotto.
Fondete nuovamente il cioccolato rimasto. Sistemate i cioccolatini su una griglia e colateci sopra il cioccolato fuso. Lasciate raffreddare in frigorifero e, quando saranno pronti, spolverizzateli con del cacao amaro.

A questo punto sono pronti per essere gustati e condivisi.
Libidine pura. Lontana dall'alta pasticceria, ma dall'incontrollabile travolgenza.


(*) Le note del cuoco:

Perché il cacao nell'impasto del ripieno? Avresti potuto giocare sui colori, molto importanti in cucina.  
Mi piaceva l'idea di dare una nota amara al sapore della confettura di arance e poi..... chi lo guarda l'interno, si mangiano in un solo boccone!!!

Perché il limone, visto che c'è giù l'arancia nel ripieno?  
L'arancia ha un sapore piuttosto amaro e la nota agrumata del limone, a contrasto, mi sembrava desse una spinta in più.

Io avrei messo del Cointreau al posto del rhum.  
Alcolizzata non lo sono ancora e un'intera bottiglia di Cointreau, che diversamente non bevo, avrebbe dovuto sottointendere una produzione industiale di cioccolatini ^_^ Il rhum, invece, in casa non manca mai. Ma confermo che il Cointreau sarebbe stato meglio.

Non condivido la scelta dell'olio di cocco: dà un sapore che non c'entra molto. Per ammorbidire il cioccolato ne serve una percentuale del 25% e si sente troppo, rispetto ai sapori che hai scelto.  
In realtà ne ho messo poco più del 10%, si avverte appena e l'ho usato, come lo uso abitualmente, non per il sapore, seppur sapore dia, ma come sostituto del burro.

Non dev'essere male, quella sablé.
 ....................salti di gioia fino al cielo!!

34 commenti:

  1. Perfetti in ogni versione ;-)

    RispondiElimina
  2. Mhhh ti sono venuti benissimo!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cuoco ha fatto un altro appunto, con piena ragione. E, peraltro, il consiglio è stato preziosissimo, visto che è un professionista ^_^ Rimedierò ;)
      Grazie cara.

      Elimina
  3. Wow, wow wow!!! Bravissima Erica! Non oso immaginare come saprebbero allietare il mio palato :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm..... io lo so. Cioè, immagino sia come allietare il mio, ahahahahahahahahah.
      Grazie tesorina.

      Elimina
  4. Stupendi! Purtroppo io faccio parte di quelli che se li trovano soltanto davanti agli occhi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acciderboli se mi spiace, Sonia. Ma, magari, potrebbe essere un invito a prepararli ^_^

      Elimina
  5. Ma che particolari! Sono dei piccoli capolavori di pura golosità! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chicche che finiscono in un baleno ^_^
      Grazie cara!!

      Elimina
  6. Particolari e molto golosi, bravissima come sempre ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Federica!!!!! Grazie dolcezza.
      Un abbraccio.

      Elimina
  7. Beh il risultato penso parli da solo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parla....va, ahahahahahahahah.
      Ma perché le cose buone finiscono sempre così in fretta? :D

      Elimina
  8. Sono estasiata Erica!! Ma che meraviglia!!
    Un baciooooo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto mi piacerebbe portartene un assaggio!!!!!!!!! ^_^

      Elimina
  9. Che idea carina, con il biscotto sablè sono anche raffinati, complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piaceva l'idea di creare un contrasto e di rendere un semplice cioccolatino qualcosa di più completo ^_^
      Grazie Serena!!

      Elimina
  10. l'idea è super e molto golosa anche se i datteri proprio non ce la faccio, son terribilmente dolci,concordo i professionisti devono essere precisi, gli appassionati fanno quel che vogliono, un bacione cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, sono dolci, ma quelli naturali sono molto più gradevoli. A mio avviso, ovviamente. Inoltre ti garantisco che non è niente di stucchevole, perché io i dolci troppo dolci non li amo affatto ^_^
      E facciamo quello che ci pare, allora!!!!! Lasciamo le regole ai professionisti :D

      Elimina
  11. Che delizia!!! Ho l'acquolina in bocca! Bravissima come sempre! Ti abbraccio tanto e ti auguro una felice serata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella, la mia Elena ^_^
      Una felice giornata dolcezza.

      Elimina
  12. Complimenrti Erica, quanto sono golosi questi dolcetti arancia e datteri!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacione enorme, SImo. Grazie di cuore.

      Elimina
  13. Delle due, io sono la golosona di cioccolato, e questo è il periodo che ne mangio davvero tanto :-)
    Erica, chissà che buoni questi cioccolatini :-P
    Mimma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mimma, io vivrei di cioccolato e in questo periodo mi sento una vera drogata ^_^ Ti capisco, eccome. Festeggiamo goduriosamente, allora ^_^
      Grazie, un abbraccio fanciulle!

      Elimina
  14. che goduriosa bontà!!! Mille auguri di buone feste bellezza! (Ho visto che ti sei rigenerata a Porto Santo...che bello!) Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, ero al limite, prossima ad una crisi di nervi ^_^ Avevo necessità di staccare un po'. Ed ora riparto con un po' più di ossigeno nelle vene :D
      Auguri di cuore dolcezza, un bacione.

      Elimina
  15. Auguri di buon Natale cara, ti abbraccio!!!

    RispondiElimina
  16. Buongiorno carissima....non potevo non passare per ringraziarti dei mille commenti che durante tutto l'anno hai lasciato nel mio micro blog-spazio e soprattutto per lasciarti davvero con tutto il cuore cadere dalla mia slitta i miei migliori auguri di Buone Feste glitterati!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei splendida e speciale, Mila. Grazie di cuore e augurissimi anche a te!!

      Elimina