lunedì 9 gennaio 2017

Tortini semifreddi di cioccolato e zucca con crumble speziato: le sfide di una quotidianità

Provate a convincermi, e a convincervi, che, sfiniti dai bagordi delle feste, da oggi non toccherete neanche un dolce! Non vi crederò mai ^_^
Primo: le decisioni drastiche non sono quasi mai le più efficaci. Il quasi lo elimino del tutto se limito l'affermazione al contesto "dieta", intesa come regime alimentare.
Secondo: il dolce può essere appagante, avvolgente, sorprendente e magico anche con tutta quella sfilza di "senza" che per qualcuno può sembrare moda, per me è diventata quotidianità. Per bene personale, puro e smisurato bene per me stessa.
Allora vi dico: alleggerite i vostri pasti con verdure, condimenti sani e circostritti alle quantità necessarie, bevete molto, integrate con gli alleati che madre natura ci mette a disposizione, ma non privatevi della coccola quotidiana. Cedetevi, però, con consapevolezza ^_^
Avevo già anticipato un assaggio qui, dopo essere rimasta stregata dalla torta di Letizia. Fatta e rifatta. Condivisa. Meditata. E trasformata secondo le mie necessità ^_^ L'anticipazione, anzi LE anticipazioni, sono state gradite, ma ora è arrivato il momento di svelare il segreto di tanta bontà. Qui c'è da leccare i piatti!! E le dita. E le ciotole. E la teglia. E. ovviamente, i cucchiai :D
Miei cari golosoni bentornati alla quotidianità!! Io sono pronta, e voi?

Ingredienti

Per l'impasto
35 g di cacao amaro
60 g di malto d'orzo (agave o miele per la versione gluten free)
600 g di zucca cruda pulita
260 g di cioccolato fondente
50 g di olio di cocco
cannella a piacere

Per il crumble
35 g di fiocchi di avena (testati gluten free)
20 g di zucchero di canna integrale
25 g di burro di arachidi (per me fatto in casa)
5 bacche di cardamomo
cannella a piacere
zenzero a piacere

Pulite la zucca, tagliatela a pezzi e cuocetela a vapore fino a farla diventare morbida. Nel frattempo spezzettate il cioccolato, unitevi l'olio di cocco e sciogliete tutto a bagno maria (o nel microonde, come preferite).
Frullate i fiocchi d'avena con lo zucchero di canna e i semi di cardamomo estratti dalle bacche. Unite cannella, zenzero e burro di arachidi e frullate ancora, fino ad ottenere delle briciole di impasto. Tenetele da parte.
Frullate la zucca, ormai cotta, con il malto, la cannella e il cacao, fino ad ottenere una crema omogenea.
Versate il cioccolato fondente e messcolate, in modo da amalgamare perfettamente tutto.
Versate l'impasto in uno stampo unico, o in più pirottini, come ho fatto io*. Livellate bene la superficie, quindi ricoprite con le briciole precedentemente preparate.
Infornate a 180° e cuocete per circa 30 minuti, fino a quando cioè il crumble risulterà dorato.

Estraete lo stampo e lasciate che arrivi a temperatura ambiente.
A questo punto mettete il vostro dolce in frigorifero per almeno un paio di ore, prima di servirlo. E conservatelo sempre in frigo: se ne farete una grande scorta, vi durerà per almeno una settimana.
Estraete i vostri tortini dallo stampo, lasciatelo a temperatura ambiente per una decina di minuti, quindi affondate il cucchiaino. Vi garantisco che sarà un'esperienza da togliere il fiato!!


* Le monoporzioni, come sono solita fare, aiutano a regolarsi sulla quantità. Sceglietele se volete evitare "ancora una fettina" ^_^

Ringrazio Letizia per i suoi soliti preziosissimi suggerimenti e spunti e invito ciascuno di voi, intolleranti al glutine e al lattosio in primis, a visitare il suo splendido mondo delle meraviglie ^_^

31 commenti:

  1. Che ricetta originale e sicuramente gustosa.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E delicata ^_^
      Grazie Manu, un abbraccio.

      Elimina
  2. Questa è una deliziosa coccola quotidiana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooooohh yessssssssss ^_^
      Un bacione Fra!!

      Elimina
  3. Ma io sono commossa, stupita e felice <3 al di là della citazione e delle parole bellissime che mi hai dedicato -e sai che la stima è reciproca- mi hai regalato l'emozione di vedere trasformato un mio dolcino semplice semplice in una meravigliosa monoporzione, arricchita dalla tua creatività inesauribile <3 inutile dirti che proverò sicuramente questa versione, ma già so che mi piacerà, perchè hai usato ingredienti che adoro ^.^ un abbraccio grandissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei stato un dono del cielo e io non smetterò mai di imparare da te.
      Grazie Leti, sei un angelo!!

      Elimina
  4. Ho l'acquolina al solo pensiero :-P quella torta alla zucca è assolutamente da provare :-P
    ps: concordo con ogni parola :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheheheh, direi che l'acquolina la genera anche a me ^_^
      Un bacetto Consu.

      Elimina
  5. divina, anche io faccio qualcosa di simile e mi piace da matti zucca e cioccolato insieme! io non faccio propositi drastici, in generale e anche riferito alle feste dove non ho fatto stravizi, esagerato, o altro, vuoi perchè da me si mangia bene ma senza eccessi, vuoi che non son stata bene, io una tortina così me la mangio eccome! un bacione bellezza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace trovare persone che, per il bene proprio, non cedono agli eccessi ^_^
      Grazie Eli, un abbraccio enorme.

      Elimina
  6. A volte, o spesso direi, è solo sentir dire certe cose che blocca. Sono sicura che se non avessi detto che erano bicchierini senza, nessuno se ne sarebbe mai accorto ;) in ogni caso, senza o con, io li amo già così, a vederli morbidi, cremosi e cioccolatosi :) un bella dolcezza per ritornare e cominciare l'anno coccolandosi :)
    A presto, anima bella 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti, all'assaggio, dei "senza" c'è traccia soltanto nella leggerezza. Il sapore è pieno e rucco ^_^
      Ciao mervaigliosa creatura!!

      Elimina
  7. la zucca è un mio recente amore, che bella ricetta Erica, la voglio provare !

    RispondiElimina
  8. In sto periodo non posso assolutamente togliermi le coccole personali (cioccolato, dolcetti ecc)...altrimenti è la volta buona che parte l'ultima sinapsi ed è finita....
    E poi se sono in monoporzioni è più facile controllarsi (anche no!!!)
    Un grandissimo abbraccio e che il 2017 ti porti solo il meglio del meglio per tutto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto comprendo la tua condizione..... :(
      Un abbraccio mega e..... BUON COMPLEANNO tesora!!!!!!!!!!!! :D

      Elimina
  9. Io sono in pieno periodo cioccolatoso (ma a pensarci bene, forse solo agosto per me non lo è XD), sempre alla ricerca di ricette nuove col cioccolato e questa è una di quelle che per me è proprio perfetta: la verdura "nascosta", il burro d'arachidi, la consistenza fondente e scioglievole che solo l'olio di cocco sa dare, l'avena che ultimamente metto ovunque... ho già la bava fino ai piedi! Questi li faccio, li faccio senza nemmeno pensarci due volte!
    Buon anno Cuocherellona cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E perché mai agosto, porello, sarebbe da risparmiare? Cioccolato tutto l'anno! Ahahahahahahah.
      Che gioia mi dà poter entrare nella tua cucina con sapori magici ^_^
      Buon anno a te, nocciolina del mio cuor.

      Elimina
    2. Ma mica per scelta! Perchè generalmente con 40 gradi non mi va ahaha, ma se sono fuori e prendo il gelato, figurati se il ciocco lo lascio fuori!;)


      :*

      Elimina
    3. Ah, sì sì, certo, era chiarissimo. Ma io anche con 50 gradi non riesco a separarmi dalla magia del fondente :D A volte vorrei svegliarmi e ritrovarmi perfettamente indifferente ai dolci!!!!! Ahahahahahahahah, impossibile.

      Elimina
  10. Bellissimi e decisamente sfiziosi! Complimenti e buon anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara. Auguri di cuore anche a te ^_^

      Elimina
  11. Ah ah io non lo dico affatto, già ne mangio pochi di dolci, poi mi sto sfondando in palestra!! Che scioglievoli questi semifreddi, che goduria!! Ecco, la domanda che ti faccio, proprio perchè ormai mi sono innamorata di questo dolce è: la zucca la devo strizzare? Di solito rimane molto acquosa anche se la cuocio al vapore, e anche per i polpettoni un po' la strizzo, dimmi come trattarla e questo we li provo!!!
    Un bacioneeeee!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se utilizzassi una zucca tipo mantovana o butternut no. La sua consistenza burrosa non prevede quell'eccesso di acqua da dover eliminare. A me in genere succede di dover "strizzare" la zucca con quelle più filamentose, che non sono consigliabili per questo tipo di preparazione, perché toglierebbero setosità alla preparazione.
      E allora, sfondata di palestra, inizia a sfondarti di questa chicca :D Potresti non salvarti più, ahahahahahahah.
      Un bacio bellezza.

      Elimina
  12. Oooooohhhh! Che meraviglia! Non saranno di certo i giorni di festa, appena passati, che ci faranno smettere di mangiucchiare i dolci che tanto adoriamo...zucca e cioccolato, connubio perfetto... e questi sono tanto nelle nostre corde :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono cose che mi rendono felice a prescindere. Voi siete una di queste!! Grazie fanciulle mie adorate. Ve le preparerei e le condividerei con voi in un intenso pomeriggio di chiacchiere e risate ^_^

      Elimina
  13. O mio dio! Sto sbavando e mi è venuta una fame tremenda. Non si fa così... Brava Erica! Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cedere alle tentazioni non è mai stato tanto piacevole :D
      Un bacione Vale, buona giornata.

      Elimina
  14. Io sto ancora cercando di smaltire i bagordi delle feste, ma questi tortini semifreddi sono una tentazione alla quale si può e si deve cedere.. senza dubbio!! Favolosa come sempre, tu :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si deve, hai detto bene ^_^
      Un abbraccio stretto stretto.Grazie.

      Elimina