martedì 28 maggio 2013

Involtini di pollo al pistacchio su coste gratinate: un vortice di sapori e di ricordi

Volete mettere il piacere di realizzare un piatto senza avere qualche piccolo rimasuglio in giro? Questa preparazione richiederà fino all'ultima briciola, senza avanzi e senza sprechi. E per chi, come me, è attento ad ogni dettaglio.... la soddisfazione è elevata esponenzialmente.
Mi sono approcciata per la prima volta agli involtini farciti al pistacchio in Sicilia, dalla mia amica Miriana. La sua famiglia, che mi ha ospitato come fossi di casa, mi ha viziato magistralmente facendomi conoscere e provare ogni prelibatezza possibile e immaginabile. Amo il pistacchio e devo dire che, vicino a Bronte, non posso che essere stata accontentata ed esaudita in ogni desiderio. Chiedo scusa a Nuccia e Saro se non presento l'originalità della ricetta, ma loro sanno bene che io sono una salutista incallita! Vi porto comunque sempre con me...

Ingredienti

2 fettine sottili di petto di pollo (100 g in tutto circa)
10 g di pistacchi non salati
15 g di parmigiano
pangrattato di riso (o normale)
100 g di coste cotte al vapore
latte di avena (o di soia, o vaccino)
noce moscata
olio evo
sale

Mettete i petti di pollo in una terrina, cospargeteli con noce moscata a piacere e copriteli con il latte. Lasciateli riposare per un paio d'ore. Preparate, intanto, la farcia.
Sgusciate i pistacchi, cercate di pulirli bene dalla pellicina e tritateli, non troppo finemente, con il parmigiano. Mettete da parte.
Prendete i petti di pollo, tenendo il latte da parte, posateli su un tagliere e batteteli delicatamente con un batticarne, da entrambe i lati. Salateli.
Preparate il pangrattato e impanateli. Distribuite il trito di pistacchio e parmigiano sopra ciascuna fettina e arrotolateli stretti. Chiudete con un paio di stuzzicadenti i lati degli involtini e fate soffriggere un minuto per parte, a fiamma viva. Abbassate, quindi, il fuoco e aggiungete, poco alla colta, il latte tenuto da parte. Potrebbe essere necessario aggiungere ancora un po' di sale.... dipende dal vostro gusto! Per me non è stato necessario. Fate cuocere per una ventina di minuti.
Intanto saltate le coste con un po' d'olio, in padella. Salatele. Basteranno pochi minuti. Ponetele in un piatto e copritele con il pangrattato, ed eventualmente la farcia, rimasti. Versate un filo d'olio e fate gratinare per 10 minuti.
Terminata la cottura degli involtini, liberateli dagli stuzzicadenti e aggiungeteli al piatto accanto alle coste. Fate gratinare per altri 5 minuti.
Gustate ora una carne che si scioglie sul palato e un ripieno gustoso, seppur delicato.

14 commenti:

  1. Risposte
    1. Mia cara regina....ti diletterai anche su questi? ; )

      Elimina
  2. un tripudio di buoni sapori, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia.... io parto avvantaggiata per un debole per i pistacchi : ) Un abbraccio anche a te!!

      Elimina
  3. che bella idea! ti seguo con piacere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara!!!! E' un piacere mio... ; )

      Elimina
  4. Hanno un bellissimo effetto cromatico e saranno tanto buoni. Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei di parte a commentare ulteriormente....hihihihihhi!! Un abbraccio, grazie cara

      Elimina
  5. Involtini di pollo al pistacchio.....che bonta'!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Easy..... ma di una bontà estrema!! ; )

      Elimina
  6. Sono molto invitanti questi involtini, devono avere un profumo davvero eccezionale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E anche il sapore, ahahahahah!! Ho un debole per i pistacchi! ; ) Grazie cara!

      Elimina
  7. Ah, l'ho chiamata girella (nel commento più su) solo perchè alla vista sembrano delle golose girellee e invece sono solo golosi involtini. Bacio del buongiorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah, credo non si siano offese, anzi, credo che si sentano molto.... girelle!! ;) Buona giornata cara

      Elimina