venerdì 7 novembre 2014

Panatura di totani al forno: il piacere della finzione, quando di finto c'è soltanto la frittura

Lo confesso, per quanto la mia cucina tenda sempre più verso un'impronta vegetariana, con qualche slancio vegano, ci sono piatti a cui non so davvero resistere. Non me li concedo spesso, ma quando sento l'ispirazione, è bene che la colga: per qualcuno potrebbe essere una benedizione vedermi mangiare così!! La carne l'ho quasi definitivamente eliminata. Se una volta mi concedevo dei bei filetti, o delle costate, o polpette di ogni genere, o ancora tanti begli ossicini da ripulire al meglio, oggi mi riduco ad un pezzo di pollo al mese e a qualche fettina, qua e là, di prosciutto e di bresaola. Difficile che senta il bisogno di saziarmi di carne. Differente è il discorso per il pesce. Forse perché è più delicato, forse perché il mio stomaco ne gadisce la leggerezza, forse perché mi fa semplicemente più gola, insomma, davanti ad un buon piatto di pesce non riesco a fermarmi. E questa volta mi è bastato vedere dei freschissimi totanelli in pescheria, per capire che li avrei apprezzati. E che li avrei preparati così. E' una vita che non li mangio e ho sentito che fosse arrivato il momento di rimediare. Di finto, in questa portata, c'è solo la frittura. Perché tutto quello che si può cercare in un piatto del genere, si avverte in modo deciso. La croccantezza della panatura, la fragranza data dalla cottura, la tenerezza della carne e l'avvolgenza del profumo. A chi piace, uno spicchio di limone sarà l'unico accessorio richiesto, poi.... così'altro desiderare?

Ingredienti

200 g di totani freschi
1/2 limone bio
noce moscata
zenzero in polvere
2 bacche di cardamomo
5 g di olio evo
sale
1 cucchiaino di farina di riso
1 cucchiaio di pangrattato di riso

Lavate i totani, puliteli dagli occhi e dalle interiora e tagliateli ad anelli. Lavate il limone. Prelevate la buccia e tenetela da parte. Spremete metà limone. Versate il succo in una boule, insieme all'olio, al sale, alla noce moscata, allo zenzero e ai semi di cardamomo contenuti nelle bacche. Amalgamate bene, quindi unite i totani tagliati. Aggiungete la scorza del limone, mescolate bene con le mani in modo che la marinatura avvolga perfettamente il pesce, coprite con un foglio di pellicola e lasciate marinare per un paio d'ore in frigorifero.
Trascorso il tempo, accendete il forno e portatelo alla temperatura di 180°.
Sistemate su un foglio la farina di riso, il pangrattato e una bella grattugiata di noce moscata. Mescolate tutto in modo da ottenere una polvere omogenea.
Prelevate i totani dalla marinatura e scolateli. Passateli nel pangrattato, facendo in modo che vengano completamente coperti dalla panatura.
   Ungete leggermente una teglia (io l'ho coperta con un foglio di carta forno, poi unto leggermente) e sistemate i totani, cercando di distribuirli senza che rimangano accavallati tra loro.
Infornate e cuocete a 180° per 30 minuti, controllando la cottura e smuovendoli un po' dopo circa 20 minuti. Controllate che siano ben dorati e che lo siano uniformemente. Eventualmente salateli ancora, quando mancheranno pochi minuti.
Sfornateli e serviteli.
Io li ho accompagnati con delle sfoglie di melanzana, ovviamente non fritte ^_^
Ora, come mi piace consigliare, sporcatevi le mani!!!!! E non lasciate neanche una briciola.
La croccantezza della panatura e la morbidezza del totano vi sapranno conquistare in una lotta all'ultimo anello ^_^



53 commenti:

  1. Buongiorno dolcezza :)

    Sai che siamo molto simili io e te.. io ormai mangio carne una volta a settimana e a volte anche meno, capita più che altro di mangiarla quando siamo a cena con amici.. per il pesce, vorrei mangiarlo di più in effetti, mi piace e lo mangio davvero pochissimo, ma oggi ho del salmone che ha comprato mia madre, quindi credo che lo preparerò per il pranzo ^_^
    Questi totani sono bellissimi, come te, croccanti e leggeri, li adoro.
    Buon fine settimana tesoro, ti stringo forte :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salmone????? La mia scelta 'più abituale'. Semplicemente scottato sulla piastra: croccante e dorato fuori, morbido e intenso all'interno.
      Anche a me piacerebbe mangiarlo con maggiore frequenza, ma tant'è che mi coccolo con tutto il resto ^_^
      Grazie gioia bella, ti abbraccio fortissimo.

      Elimina
  2. Oddio Erica, il fatto che sono cucinati al forno, me li rende ancora più "simpatici", questi totani sono così sfiziosamente gustosi che ci farei anche a colazione, sei fortissima!!!
    Bacioni, buona giornata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Totani per colazione: perfetti!!!! :D
      Grazie Ely, questo sì che è un vero successo ^_^
      Ti abbraccio fortissimo gioia mia.

      Elimina
  3. Ottimo per me che il fritto è quasi proibito. Preso nota grazie. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E il sapore è eccezionale. Vai Edvige.... coccolati ^_^
      Buona giornata anche a te cara.

      Elimina
  4. ottima alternativa al fritto, l'aspetto è praticamente identico e il gusto sarà altrettanto squisito, la buccia di limone mi ha convinta. Bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scorza del limone è fondamentale ^_^ Deliziosa, conferisce un tocco delicato e completa il risultato.
      Grazie Giovanna, un abbraccio.

      Elimina
  5. Ma brava!! Adoro tutto di questo piatto!! Sapori stupendi in una consistenza davvero accattivante!! Lo vogliooooo!!! Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che per te non sia un problema reperire il pesce fresco, e neanche i limoni biologici. Se proprio fosse il cardamomo a mancarti, potrei arrivare in aiuto, ahahahahahahah!!
      Un abbraccio tesoro, grazie.

      Elimina
  6. Che buoni! Adoro i totani, ma odio friggere e in genere li faccio stufati col pomodoro, questa versione al forno però è invitantissima, so già che fine faranno i prossimi totani che troverò ;)

    PS: ho provato la tua farinata, sia al forno che in padella, la versione in padella è una vera svolta: veloce e buonissima! Nella mia cucina è entrato un nuovo must: grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giuro che ho la pelle d'oca. GRAZIE!!!!!!! Ma grazie di cuore.

      Elimina
  7. Adoro le non fritture al forno <3 io evito il fritto come la peste per la salute, per evitare la puzza in casa e anche, lo ammetto, per paura dell'olio bollente! Sono rimasta traumatizzata da piccola quando il mio nonnino si era ustionato per metà con delle verdure in pastella!!
    Mi piace questo piatto, doratissimo, sano e leggero :* un bacio grande cuore mio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahia che maleeee, povero nonno!
      Beh, paura o non paura, è sempre un bene trovare un sano sostituto della frittura.
      Abbiamo sempre più cose in comune, questa cosa mi piace notevolmente ^_^ Ma non mi stupisce!!
      Ti adoro anima dolce.

      Elimina
  8. Sentiammé bella gioia!!
    Questa frittura sarà pure finta..., ma ti assicuro che il gusto e il profumo di questi totanetti sembrano proprio uscire dallo schermo del pc!!

    Tu sei un portento Erica! Uno tsunami di gusto e salute!!
    Grazie per questa ennesima e speciale condivisione. :))

    Ti auguro un we pieno di tutte le cose belle del mondo! ♥
    A presto bellezza! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma adesso ti dico..... se tutte quelle cose belle, che tu auguri sempre a me, le potessi vivere tu..... io sarei la donna più felice del mondo!!!!
      Grazie cuore dolce, ti stringo con profondo affetto ^_^

      Elimina
  9. Desidero provare questo piatto.
    La cottura al forno dei totani panati la devo provare

    RispondiElimina
  10. non li ho mai marinati prima, passavo subito alla impanatura, mi piace l'idea, anche di farli in forno, piu' light!!!!!Anche a me piace il pesce, ma qua si trova solo surgelato, fresco non e' buono, sa di candeggina!!!!!Quindi ultimamente evito, lo mangero' quando andro' in Puglia da mia suocera!!!!Bravissima tesoro!!!!!baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh, piuttosto che un pesce alla candeggina.... attenderei anche io una visita alla suocera :D
      Vuoi mettere?
      Un bacetto dolce Sabrina, buona serata.

      Elimina
  11. io adoro il fritto di pesce, se poi è senza glutine e sano come questo, mi prenoto subito per una cenetta da te, solo donne niente ciurma, per gustarlo al meglio in totale relax!! baci e buon week end tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella idea Manu, inizio a preparare ^_^ Organizzati!!!!
      Un bacione cara, buon weekend.

      Elimina
  12. Ma daiiii, è vero, sembra proprio fritto questo piatto! Anche io amo il pesce però mi da fastidio l'odore e lo cucino poco. :( Per la carne lo sai che ti vengo dietro anche io, mi piace sempre meno. Un abbraccio cara Erica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E lo so bene ^_^ Ormai i tuoi gusti alimentari sono certezze ^_^
      Grazie terry dolce, buon weekend.

      Elimina
  13. ...ma sai che mi hai proprio incuriosita?! Voglio provare anche io che odio letteralmente friggere.
    Un abbraccio e buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fossi in te non attenderei un attimo ^_^
      Attendo fiduciosa ^_^

      Elimina
  14. Io invece l'ossicino da spolpicchiare me lo concedo... mamma mia Erica io sò canibale, come devo fà?? Questo piatto è meraviglioso: una "frittura" di pesce senza i danni di ciccia e puzza in casa, fantastica! Ti bascio tesoro e buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .... e il profumino inebria, invece, con questa alternativa. Senza togliere assolutamente il piacere di assaporare un piatto prelibatissimo ^_^
      Mia bella 'canibale', un bacione e buon weekend anche a te.

      Elimina
  15. Adoro il finto fritto di pesce e io e mio marito ce lo concediamo spesso..la prossima volta provo facendo prima la marinatura che solitamente non faccio...grazie del suggerimento cara e felice we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me dà un sapore delicato e toglie l'odore forte del pesce in cottura. Non so come spiegarmi, ma vale la pena provare, per capire ^_^
      Bacetti Consu. Buon we

      Elimina
  16. Deve essere buonissimo con quella crosticina invitante, sembra davvero fritto. Io lo faccio raramente il pesce fritto, detesto l'odore che lascia per casa. Proverò a cucinarlo come suggerisci.Grazie un bacione!
    Buon WE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'odore del fritto è uno dei peggiori in assoluto. Così eliminiamo il problema alla radice ^_^
      Grazie cara, un bacione.

      Elimina
  17. tesoro tra carne e pesce, anche per me pesce tutta la vita! insomma non c'è paragone... vuoi appunto per la leggerezza, vuoi per il sapore, vuoi nel mio caso perchè sono napoletana e sono cresciuta a pizza e pesce :) però... la frittura al forno proprio mi manca... mai vista, ne sentita... eppure dalle foto vedo una crosta croccante e perfetta... proprio come la classica frittura, insomma è amore al primo sguardo e sono certa che lo sarà anche all'assaggio... prendo il suggerimento e provo presto:) un abbraccio Eri:**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me vale la pena che tu ci provi ^_^ E lo dico a te che sei dal palato sopraffino!!! :D
      Pizza e pesce, Simona, e cos'altro possiamo chiedere alla vita? Ahahahahahah
      Un abbraccio grande tesoro, buon weekend.

      Elimina
  18. Per niente al mondo sostituirei un fritto ma questo miscuglio di farina e pangrattato di riso insieme a zenzero e il resto, devo dire che mi fa pensare che non rimpiangerei la versione classica.
    Anche io non mangiavo carne da 5 anni e più, ma dallo scorso inverno ci sono ricaduta per ben tre volte.all'assaggio :(

    Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tre volte mi sembrano un modesto inciampo ^_^
      Seppur il fritto rimanga a sé, questa alternativa è decisamente intrigante. Potrebbe valer la pena provarci ^_^
      Un bacio grande grande tesoro mio. Spero che il sole illumini il tuo cuoricino e che possa irradiare un sorriso enorme sul tuo viso. Buon we.

      Elimina
  19. fra pesce e carne, non c'è dubbio, pesce tutta la vita! la presenza delle spezie è ciò che preferisco in questo piatto che mi scofanerei tutto senza esitazioni e in un batter d'occhio, buon fine settimana bellezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah, evviva la schiettezza ^_^
      Buon we tesoro, grazie!!

      Elimina
  20. Erica cara! Questi totani li trovo veramente interessanti! Li proverò!
    Ti auguro una splendida domenica!
    Baci Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Rosa, una serena domenica anche a te ^_^

      Elimina
  21. Daiiii..davvero non sono fritti?? Sono perfetti! Sono dei totani sani e leggeri travestiti da totani grassi e fritti :D adoro il pesce è un piatto così mi fa letteralmente impazzire ^___^ bravissima Erica! Un'ottima alternativa da usare per sostituire la frittura che fa tanto male :P
    E io...adesso ho tanta fame!
    Un bacione tesoro e buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah tesoro. Garantisco: non sono fritti e sono buonissimi (octre che sani).
      Buon we dolcezza, un abbraccio.

      Elimina
  22. Anche io come te preferisco le finte fritture in forno e questi totani sono ottimi! Mi hai detto che ti fai arrivare i pistacchi da bronte, piacerebbe anche a me ma li ordini on line ?
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li ho ordinati tramite un contatto, ma non so se ne abbia ancora. Se volessi posso chiedere e farti sapere. Ok?

      Elimina
  23. Che acquolina questa ricetta e ti dirò, le fritture "al forno" sono molto apprezzate anche qui da me! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa cosa mi fa molto piacere ^_^
      Grazie infinite, buona giornata!!

      Elimina
  24. Penso che mi troverei bene a tavola con te! Noi non mangiamo più carne da tre anni. Dopo due anni di cucina vegetariana siamo tornate a mangiare il pesce al quale ci viene difficili resistere così come è impossibile resistere a questa fritturina di totani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io penso che mi troverei bene con voi a prescindere dalla tavola, ahahahahahah.
      In ogni caso mi piace molto quando le scelte alimentari propendano verso una cucina sana. E poi ditemi, come potreste mai rinunciare al pesce, voi??? :D
      Grazie Mimma, un abbraccio.

      Elimina
  25. Troppo buoni preparati così! mi segno la tua panatura, ciao :-)

    RispondiElimina
  26. Mi hai risolto il problema della frittura .... cercavo un modo alternativo per preparare i totani e questo mi ispira molto... Brava, piatto da 10 e lode!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evvaiiiiiiiiiii!!!! Sono contenta Chiara, un bacione ^_^

      Elimina