lunedì 2 marzo 2015

Crackers 'maltagliati' di cous cous integrale: storie di comune dipendenza e di insolite strategie

Ricordate i crackers ai quattro semi (che poi, nel tempo, sono diventati cinque, grazie al contributo dei semi di lino) che pubblicai pochi mesi fa? DROGA. Per me sono droga e ne sono assolutamente dipendente. Li preparo con una costanza meticolosa, quasi patologica. E quando inizio a mangiarli è impossibile smettere, prima che abbia strisciato le punte dei piedi per almeno 15/20 minuti sull'asfalto nel tentativo di fermarmi!!!! Ovviamente mi fanno impazzire nel sapore e di certo sono sani e genuini da concedermi il bis, ma..... le calorie, dove le mettiamo? Seppur siano buoni, sempre di grassi si tratta!!! Ecco, così, che DEVE entrare in atto un piano d'emergenza. Se proporio voglio concedermi quella coccola extra e voglio godermela in un crunch, proviamo a renderla per un momento leggermente differente?
Apro la dispensa, certa che le scorte, in ogni caso, mi daranno sani spunti di riflessione. Quel pacchetto di cous cous integrale, troppo pieno per essere considerato attivo, mi guarda con aria provocatoria. Solito, banalissimo, piatto caldo, speziato, condito, visto e rivisto? Ecco perché non sono mai riuscita a portare il peso del sacchetto sotto la soglia della soddisfazione (che considero, generalmente, da 1/2 sacchetto in giù, dopo almeno 2 o 3 utilizzi ^_^): perché la vera ispirazione non mi era mai, realmente, arrivata. Fino ad ora. Bruttini da vedere, non lo nascondo, sono inversamente proporzionali nel sapore, nella consistenza, nella fragranza, nella gratificazione che lasciano sul palato. Inventerete qualsiasi scusa, pur di mangiarli. E non provate a nasconderli.... è una fatica inutile!! La strada per appagarvi la troveranno loro stessi!

Ingredienti

200 g di cous cous integrale
300 g di acqua
10 g di farina di mandarino
15 g di olio evo
100 g di burro di arachidi salato
sale rosa dell'Himalaya
noce moscata

Mescolate la farina di mandarino al cous cous. Versate l'olio e sgranate bene i chicchi, in modo che tutti ne vengano ricoperti.
Portate a bollore l'acqua, quindi versatela sul cous cous, in una padella. Fate cuocere a fiamma viva per un minuto, quindi spegnete e coprite la padella con un coperchio. Lasciate intiepidire. Il cous cous assorbirà tutto il liquido e gonfierà. Nel frattempo, sempre che non lo abbiate già pronto, preparate il burro di arachidi frullando a lungo 100 g di arachidi non salate, 2 g di sale grosso e un cucchiaio di olio evo.
   Quando avrete ottenuto una crema liscia e compatta unitelo al cous cous e frullate tutto, aggiungendo sale rosa e noce moscata a piacere.
Lavorate tutto fino ad ottenere un impasto piuttosto compatto.
Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per un'oretta.
Iniziate a prepararvi il piano di lavoro, tagliando due fogli di carta forno grandi quanto la superficie della teglia che utilizzerete per la cottura. Per il prossimo passaggio munitevi di un po' di pazienza.
Per agevolare il lavoro potrete ungere leggermente i fogli, ma io ho optato per una maggior fatica, a favore dell'impiego della minor quantità possibile di grassi.
Prendete una parte del panetto (con queste quantità vi dovranno venire due teglie della grandezza di una leccarda) e iniziate ad appiattirlo su un foglio di carta forno. Posatevi l'altro sopra e stendetelo, con l'aiuto di un mattarello, in una sfoglia sottile. Noterete che si spezzerà facilmente. Cercate di compattarlo quanto più possibile, ma non vi preoccupate troppo del risultato.
Portate il forno alla temperatura di 200°, quindi infornate. Lasciate cuocere per circa 20 minuti, talvolta aprendo lo sportello del forno per fare uscire il vapore in eccesso.
Trascorso il tempo estraete la teglia e spezzettate la sfoglia in piccole cialde. Giratele tutte dal lato opposto e infornate ancora per 5/10 minuti, sino a quando saranno croccanti e dorate.
A questo punto sfornate e lasciate raffreddare i crackers .
Quindi.... assaggiate. L'aroma del mandarino vi conquisterà all'istante, tanto da non richiedere necessariamente l'aggiunta di un condimento, per apprezzarli al meglio. Ma la fantasia nel contestualizzarli secondo il vostro gusto, sarà piazecole e stuzzicante.

Che sia con una crema di ricotta, con un'insalatina leggera, con dell'affettato o con della verdura leggermente saltata, sono certa che sarà un successo.

55 commenti:

  1. Sono senza parole! questa è una ricetta che farò sicuramente. Hai un sacco di fantasia. Brava! Secondo te, se li mettessi in essiccatore, potrebbe andare bene? giusto per non accendere il forno. Buona giornata e complimenti ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti io concentro nella stessa sera più preparazioni, per ottimizzare l'utilizzo del forno. Mai l'avrei acceso solo per questi crackers. In realtà, non dovendo cuocere, nell'essiccatore dovrebbero andare benissimo. Il problema, secondo me, è la messa in forma: è piuttosto difficoltosa e farlo su formati singoli di carta..... sto male solo al pensiero :D
      Grazie Vale, non sai che gioia mi regali ^_^
      Un bacione, buon inizio di settimana.

      Elimina
  2. Ciao Erica! Quando entro nella tua cucina resto sempre incantata per qualche minuto!
    Le tue preparazioni non sono scontate, ma ricche di tanto gusto e pazienza e per questo hanno un certo valore :) Complimenti davvero! Sei super super super brava! Ci solletichi la creatività! Grazie!
    Un abbraccio di cuore!
    Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste parole, cara Rosa, mi gratificano enormemente. Io credo nella cucina sana e creativa e sapere che qualcuno possa apprezzare mi fa molto, molto piacere.
      Grazie di cuore.

      Elimina
  3. Ogni volta è la meraviglia! Non ci sono davvero parole, sei meravigliosa qualsiasi cosa tu faccia!

    RispondiElimina
  4. anche io ho un couscous integrale che mi guarda con aria provocatoria ogni volta che apro la dispensa ahahahahahahah
    cos'è questa storia della farina di mandarino???????
    i 510 minuti per la doratura lato B sono così tanti per la provocazione ricevuta vero???
    Buon lunedì.... mi servirebbero proprio oggi

    un abbraccio
    Viviana di Cosa ti preparo per Cena?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Phuaaaaaaaahahahahahahahah, dici che sono troppi 510 minuti per una semplice doratura? : D
      La farina di mandarino (ora ho anche iniziato a 'spacciarla') è nata dal desiderio di ridurre i rifiuti organici: di tutti i mandarini che mangio essicco le bucce e ne faccio farina. E' strepitosa, sia nei dolci, che nei salati. Se volessi curiosare, ho proposto diverse pietanze con questa aromatizzazione ^_^
      Grazie Vivi, sei sempre una piacevole presenza.
      Un abbraccio grande.

      Elimina
  5. Erica, con questa ricetta ti sei superata!!! Molto, molto interessante e, come sempre, sana, piena di ingredienti buoni! Bravissima! Ormai la lista delle tue ricette da provare si allunga sempre più!!!!!! Non riesco a starti dietro con tutte queste bontà!!! ;-) Continua così, un abbraccio, Leti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahah, dolce che sei!!!!! Non mi fermo, no. Almeno spero ^_^
      Grazie di cuore, ti abbraccio.

      Elimina
  6. Fantastici, brava Erica! Mi piace tanto la scelta degli ingredienti usati, molto creativa come sempre! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che mi diverto sempre un sacco ^_^
      Grazie cara!!

      Elimina
  7. Mi sa che sono sfiziosissimi!!!!! ma come ti vengono emrpe ste ideuzze geniali! baci e buon lunedì :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah, non so se sia una proiezione di salute o malattia mentale, ma tant'è ^_^

      Elimina
  8. Ah ah, questa ancora ci mancava! che particolare utilizzo per il cous cous! ma ottima strategia per riutilizzare un avanzo! devono essere proprio sfiziosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente è un ottimo modo per utilizzare un avanzo di cous cous (che qui non ci sarà mai, ahahahahahah). Un bacetto fanciulle.

      Elimina
  9. Voglio fare anche io crok, crok, con un paio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un 'crock' davvero irresistibile ^_^

      Elimina
  10. Anche questi sono delle serie una tira l'altro.

    RispondiElimina
  11. Beh, io sopra ci metto tutto : ricotta, insalata e prosciutto !!!!!! Favolosi a dir poco , ma dove le trovi certe idee ?!!!!!! Sei geniale.
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so, magari ho una sezione di cervello sovraesposta alla sensibilità creativa ^_^
      Grazie cara.

      Elimina
  12. NE SENTO IL PROFUMO, LA FRAGRANZA, LA DELICATEZZA, UNA VERA BONTA'!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  13. Strano utilizzo del cous cous, più che strano direi originale, come tutto ciò che fai.
    Mi piace!

    RispondiElimina
  14. Ti capisco bene, mi sto un po' disintossicando da queste cose ma una volta era uguale, non sapevo darmi una calmata e andavo avanti finchè non avevo briciole anche nei posti meno nobili :'D devo comunque stare attenta che ricascarci è un attimo..:D Questi devono essere proprio una droga, è stata davvero un'idea figa quella di usare il cous cous, che in effetti lo si propone sempre un po' nello stesso modo..
    Braaava Erica! ;*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ti dirò, proprio perché nella solita versione mi sapeva di banale, avevo quel sacchetto quasi intonso da un bel po', in dispensa ^_^
      Sì, ricaderci è davvero facile. E non voglio fare la fine della mia amica che si è fatta fuori un pacchetto da 300 g di semi di zucca in un giorno, ahahahahahahahah
      Grazie nocciolina, sai che il tuo parere per me è prezioso!

      Elimina
  15. Bruttini, dici??? Mah...a me ispirano un casino!!!!!

    RispondiElimina
  16. Spettacolari, che dire di altro?? Quella farina di mandarini mi sta perseguitando, ma sai che prima o poi l' essiccatore me lo prendo? Ho visto che non costano tanto e tu lo usi in modo troppo convincente!!
    Bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai quante persone ho già deviato? Ahahahahahahahah. Tra essiccatore e farina di mandarini, sono un vero assillo : D
      Ma non te ne pentiresti!!
      Grazie tesoro, ti abbraccio.

      Elimina
  17. A me invece con quella forma un po' rustica piacciono tantissimo, e chissà che meraviglia sgranocchiarli, bravissima!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla bontà non obietto. Sulla forma, beh, certo, un po' rustici. Un BEL po' rustici ^_^ Ma buonissimi!

      Elimina
  18. Ma che bel post!
    Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
  19. No ma che meraviglia!!!! :):):):) Che idea meravigliosa!!! Solo tu sai sorprendermi in questo modo..
    Rustici e dal sapore prezioso.. anche io non saprei fermarmi di mangiarli!!
    Bravissima come sempre!!!
    Un bacio e un abbraccio..
    A presto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolce Barbara, le tue parole sanno sempre saldarmi il cuore.
      Grazie tesoro, buona giornata.

      Elimina
  20. No, vabbé...genio!! Devono essere fa-vo-lo-si!!! Da provare sicuramente, anche se so che ne diventerò dipendente al 100%!! Grazie per aver condiviso questa ricetta geniale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, te lo dico senza timori: creano assoluta dipendenza : D
      Grazie dolcezza, ti abbraccio forte. Buona giornata!

      Elimina
  21. farò sicuramente questi e farò senza dubbio quelli ai quattro semi!!!!! .....anche se mi hai messo timore e se poi ne sono dipendente??? :-D...
    Ti auguro una splendida giornata! Un super abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, la dipendenza la creano di sicuro, ma.... NE VAL ASSOLUTAMENTE LA PENA!!!! : D
      Serena serata, dolcezza. Grazie di cuore.

      Elimina
  22. Ho la tua stessa malattia tesoro, uno tira l'altro e chi si ferma più?
    Poi non oso mmaginare quanto sono croccanti, e che facciotto da criceto mi verrebbe mentre li sgranocchio... ti farei tanto ridere :)
    Un bacio super, proprio lungo lungo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io farei ridere te, con la stessa faccia da criceto, ahahahahahahah
      Sei adorabile dolce stellina mia.

      Elimina
  23. Io te lo dico sempre: Ma come ti vengono queste idee? Geniale! Che poi, a guardarli per bene, non sono nemmeno così bruttini! Ciao tesoraaa ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahahah, a forza di guardarli anche io trovo non siano così bruttini ^_^ Forse è perché li trovo buonissimi e.... l'occhio inizia ad apprezzare ^_^
      Grazie Terry dolce, un abbraccio.

      Elimina
  24. E dopo quelli al tofu, rigorosamente fatti col burro di arachidi home made, mi toccano pure questi! Che sacrificio! :))))
    Bacio bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A certi sacrifici non ci si può proprio sottrarre ^_^ Sei una grande Silvia. Che soddisfazioni mi dai!!! Grazie di cuore ; ))

      Elimina
  25. Come al solito mi dai le idee, mi ero stancata della quinoa...che ne pensi invece del cuscus?
    Sei pazzescaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  26. Che voglia di assaggiarli! Adoro il cous cous, ma in forma di crackers non l'ho mai provato. Rimedierò :) Grazie dell'idea, cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se adori il cous cous ti capiterà di avere avanzi? E se non li avrai..... lo cucinerai apposta, come ho fatto io ^_^ Ne varrà la pena ^_^

      Elimina
  27. Ma che golosità sono questi? Speciali come chi li ha preparati <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se io sia all'altezza, ma loro sono davvero pazzeschi! ^_^

      Elimina