mercoledì 8 ottobre 2014

Gallette di germogli Alfalfa ai ceci: la scoperta che dà vigore alla missione 'salute e gusto'

Ne ho sempre ignorato l'esistenza, fino al giorno in cui me li sono trovati davanti agli occhi. Una distesa di germogli, tutti diversi gli uni dagli altri. Così tanti che quelli di soia, ormai una costante nella mia alimentazione, risultavano perfino banali. Avrei potuto prenderli tutti, ma il cuore mi ha dato la possibilità di sceglierne uno, oltre ai classici. Piccoli, delicati, frizzanti, pieni di vita..... ho scelto loro. Alfalfa. Bene, ora imparo qualcosa di nuovo. Nella mia documentazione ho scoperto che si tratta di un'erba medicinale e che è anche preziosissima. Sulla pagina di Germogliamo.it ho scoperto tutta questa ricchezza:
"L'erba medica o alfalfa é la "regina" dei germogli, e tra i più ricchi di contenuti nutritivi: è un'ottima fonte di vitamina C, vitamina K, vitamine del gruppo B, acido folico e sali minerali (ferro, magnesio, fosforo, zinco e altri); è inoltre una buona fonte di proteine (con numerosi aminoacidi essenziali), vitamina A, vitamina PP e calcio. Contiene poi numerosi enzimi essenziali per il processo digestivo, che permettono una facile assimilazione degli alimenti, senza affaticare l'organismo e prevenendo i processi di invecchiamento.
In virtù di queste eccezionali proprietà nutritive, dell'assenza di colesterolo e del bassissimo contenuto di grassi, i germogli di erba medica costituiscono un alimento veramente sano e completo, con un apporto di calorie molto limitato; inoltre, l'elevato contenuto di fibre favorisce una sensazione di sazietà
". 
Cheddire.... valeva la pena di provarci, no? Non so perché, ma ci ho visto subito delle frittatine. Particolari, perché al posto delle uova è entrata in gioco la mia amata farina di ceci. Sono versatili, oltre che sfiziose. Da farcire, arrotolare, accompagnare ad una qualsiasi portata o in purezza, sapranno sicuramente appagare il palato, nutrendo e arricchendo con sapienza il nostro amato organismo. La mia missione cucina sana e gustosa continua!! ^_^

Ingredienti

10 g di farina di ceci
1/2 cucchiaino di semi di cumino
40 g di acqua
100 g di germogli di Alfalfa
10 g di olio evo
sale

Mettete in un recipiente la farina di ceci e unite i semi di cumino.
Aggiungete l'acqua, poca per volta, mescolando con una frusta in modo da non creare grumi. Quando sarà diventata una pastella omogenea, mettetela a riposare in frigo, per almeno un'ora.
Nel frattempo portate a bollore dell'acqua salata. Prendete i germogli, sciacquateli e fateli sbollentare per circa 1 minuto. Scolateli e trasferiteli su un panno pulito. Allargateli e lasciateli asciugare.
Riprendete la pastella, unitevi sufficiente sale (dipende dai gusti, io non eccedo mai e ne aggiungo un pizzico abbondante) e versate l'olio. Mescolate bene, quindi immergetevi i germogli.
Mescolate fino a rendere tutti i germogli avvolti dalla pastella.
Coprite una teglia da carta forno e ungete leggermente la superficie con un pennellino. Portate il forno in temperatura, a 210°.
Prelevate una forchettata di germogli e sistematela sulla teglia, dandole una forma arrotondata e piatta. Procedete fino alla fine e versate su ciascuna galletta un po' della pastella rimanente.
   Infornate su un ripiano piuttosto alto e cuocete per circa 20 minuti. Il tempo di cottura dipenderà dal vostro forno. Controllate che si dorino, ma che non arrivino a colorarsi troppo.
Quando saranno pronte sfornatele e trasferitele su carta assorbente.
A voi il piacere di gustarle e contestualizzarle secondo i vostri gusti. Sono perfette da preparare in aticipo: mantenendole al caldo e facendole gratinare prima di servirle, riacquisiranno la croccantezza che le rende speciali!!

Siete pronti ad una nuona esperienza sensoriale? ^_^
Sono certa che non ne potrete più fare a meno!!

32 commenti:

  1. Sono impreparatissima a riguardo!! Caspita però, hai creato una cosina talmente sfiziosa che la mangerei anche adesso!! Brava!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Sfiziosa vero? E curiosa,con quella crosticina irresistibile ^_^

      Elimina
  2. Ma che spettacolo, mai sentiti ne tanto meno visti questi germogli! Grazie infinite Erica per la spiegazione di tutti i componenti nutritivi, interessante davvero e come sempre hai realizzato una ricetta sfiziosissima utilizzando qualcosa di nuovo, almeno per me ;-)!!! Un abbraccio cara e buona giornata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non li avevo mai sentti prima. Ma uno spunto è stato uno stimolo a conoscere qualcosa di nuovo ^_^
      Grazi Virgi, un bacione.

      Elimina
  3. Non si finisce mai di imparare...devo assolutamente provarli! Grazie Erica. Un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non li trovo facilmente, ma se ti dovesse capitare di trovarli, approfittane!! ;)

      Elimina
  4. Che ignorante che sono!!! Questi proprio non li avevo mai sentiti, aveva ragione la mia nonnina: nella vita non si finisce mai di imparare! Brava Erica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ignoranza non è un problema, se si decide di affrontarla ^_^ Io sono molto ignorante ^_^
      Grazie dolcezza, un bacione.

      Elimina
  5. ogni tanto "germoglio" anche io Erica: proverò a fare queste gallettine goduriose anche!
    Sandra

    RispondiElimina
  6. Le tue sane ricette incantano!!! Cercherò i germogli Alfalfa... sono curiosissima!!!
    Complimenti e un abbraccio stretto!!

    RispondiElimina
  7. arrivata qui grazie alle chips di farina di ceci, ho scoperto un mondo delizioso! mangerei subito tutto quello che prepari, ho già segnato mille ricette :) grazie Erika!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che carina Valentine!!!! Ben arrivata, mi fa davvero molto piacere il tuo apprezzamento. Grazie di cuore.

      Elimina
  8. ma quanto sono carine ed appetitose!!!!Sei un vulcano in eruzione d'idee!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi si ferma è perduto, Sabry!! ;))
      Bacione.

      Elimina
  9. che figata! magari provo a farli ma con l' essicatore. Grazie! Ricetta golosissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci ho pensat all'essicatore, ma.....sono talmente piccoli che si infilerebbero ovunque, ahahahahahahahah

      Elimina
  10. Fenomenali , decisamente un modo curioso di consumare germogli, e poi sembrano così croccanti ed irresistibili! Sei fantastica, complimenti!!Baciiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, croccanti e irresistibili ^_^
      Ragazze mi mancate, ma non ho più tempo per fare nulla :)

      Elimina
  11. Ahhh proprio ne ignoravo l'ssistenza.. Ma quante belle proprietà hanno.. e che bella fine ne hai fatto fare.. smackkk

    RispondiElimina
  12. Non ho mai provato i germogli di Alfalfa, non sapevo di tutti questi benefici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne ignoravo perfino la conoscenza ^_^

      Elimina
  13. Non si finisce mai d'imparare, per fortuna!!!.....e qui mi si apre un mondo nuovo che mi incuriosisce molto, grazie delle interessanti informazioni e della invitante dimostrazione sul possibile uso!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .... e per me sarà solo l'inizio ^_^
      Grazie a te, Laura, per aver colto!!

      Elimina
  14. Ho proprio i semini in dispensa! Al momento ho in frigo (e da un po', spero siano ancora buoni..) quelli di fieno greco che non sono riuscita a mangiare perchè li ho trovati amarissimi :\ vado a dare una sbirciata, se non sono da buttare li frittello! ^_^
    Un bacio Erica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naaaaaaaaaaa...... ma tu sei avanti anni luce Lu!!! Grande!!!!

      Elimina
  15. Ma quanto sono ignorante? Ma dai Erica, sono a bocca aperta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah, ma guarda che io lo eri, sugli Alfalfa, fino a ieri!!!! E lo sono su tante altre cose ^_^

      Elimina
  16. Sono fantastiche queste gallette, mamma mia... bravissima!!!!

    RispondiElimina