mercoledì 12 marzo 2014

Tartellette di quinoa rossa con spinaci filanti: dialoghi improbabili e piccole digressioni

Una sola richiesta: stupire! Talvolta il mio palato necessita questo. Mi chiede di essere coccolato con fragranze semplici, ma in nuovi formati. Allora apro la dispensa e.... ambarabaciccicoccò salta fuori lei, la mia scoppiettante amica fidata. Mi guarda e mi dice "questa missione fa per me". Le strizzo l'occhio e le rispondo "sei tu la regina". Che, voglio dire, può sembrare da pazzi schizofrenici, ma è una conversazione che prende vita davvero. Voi avrete i vostri amici immaginari, io ho la quinoa parlante. Rossa, sia chiaro, perché mi piacciono i caratteri forti. La abbino alle mie amate foglie di spinaci, in un legame insolito. Mi ero fatta prendere da quelle piccole scamorzine affumicate, con l'idea di preparare.... naaaaaaaaaaa, non vi dico nulla, ed eccole piazzate anche in questo sformato. Non comune, come scelta, e badate bene che per molto tempo non si ripeterà. Le scelte salutiste vanno portate avanti con coerenza. La piccola digressione ci sta, il fuori tema.... no!!

Ingredienti

35 g di quinoa rossa
100 g di acqua
3 g di amido di mais
2 cespi di spinaci freschi
60 g di scamorza affumicata
25 g di olive nere al forno
olio
sale

   Pulite gli spinaci e lavateli accuratamente. Tagliateli in piccole striscioline e fateli appassire in una padella con un filo di olio, a fuoco lento, correggendo con sale a piacere. Cuocete per pochi minuti, poi spegnete e lasciate intiepidire.
Versate la quinoa in un colino e sciacquatela sotto un getto di acqua corrente. Versatelo in un pentolino e unitevi l'acqua. Portate ad ebollizione, coperto, aggiungendo poco sale (considerate che l'acqua verrà assorbita completamente, quindi ne basterà un pizzico). Cuocete a fiamma bassa senza mai scoprire la pentola. Quando mancheranno 5 minuti alla cottura, aggiungete l'amido di mais e mescolate bene. Coprite nuovamente e procedete fino al totale assorbimento dell'acqua di cottura. Spegnete il fuoco e lasciate riposare per qualche minuto.
Tritate finemente la scamorza e le olive al forno. Unitele agli spinaci e mescolate tutto per amalgamare perfettamente.
Create, su una teglia coperta da carta forno, 3 cialde con la quinoa, appiattendole molto bene. Lo spessore dovrà essere minimo.
Accendete il forno e cuocete le cialde per 5 minuti, a 200°.
Diventeranno cialde compatte. Staccatele dalla carta, cercando di non romperle, capovolgetele e sistematele nuovamente sulla teglia.
Sistemate su ciascuna cialda una parte del composto di spinaci e formaggio. Compattatelo bene.
Infornate nuovamente, sempre a 200° su un ripiano alto e cuocete per altri 5 minuti, facendo gratinare bene la superficie.
Sfornate le vostre cialde e servitele.
Calde, confortevoli, sfiziose, saranno un piacere per il palato.

Un modo diverso di gustare verdura di stagione e di cedere alla tentazione del sano.

44 commenti:

  1. Ma che genialità! I discorsi col cibo li faccio pure io.. bisognerà iniziare da qualche parte una buona relazione ;)
    Ti abbraccio :* :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahah, ben detto Leti, e il dialogo è la base di qualsiasi sana relazione ^_^
      Ti abbraccio anche io ^_^

      Elimina
  2. Allora diamoci la mano, che qui di pazze schizofreniche ce ne sono due :) Anche io in casa parlo con tutti gli alimenti, dal lievito madre ai limoni, alla camomilla. Hanno pensato di farmi internare.. Dovrò stare molto attenta :)
    La quinoa ancora non l'ho provata, ma questa versione a cialda mi attira molto :) E' golosissima, con tutti quegli spinaci filanti (che adoro!!).
    A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attenta, che la quinoa è una grande intelocutrice : D
      Internate in due, all'istante ^_^
      Un bacione, granzie Paola.

      Elimina
  3. Ah ah, ognuno ha i suoi interlocutori preferiti!! Anche io ne ho un po'!!
    Ottime Erica!!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
  4. Il mix dei sapori mi intriga tantissimo e sulla presentazione... chapeau!
    Mi segno subito tra i preferiti questa ricetta, mia sorella è vegetariana e sono sempre alla ricerca di idee nuove per prepararle qualcosa di buono :)
    Baci e buona giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cara sei Marghe!!!! Grazie di cuore ^_^
      Buona giornata dolce fanciulla, un bacione.

      Elimina
  5. Complimenti per il blog....
    ho un regalo per te...
    http://scaccomattarello.blogspot.it/2014/03/premio-versatile-blogger-award.html

    RispondiElimina
  6. Con tutte queste fantastiche e particolari ricette che ci regali, accompagnate da poetiche presentazioni, non potevo non scegliere il tuo blog per il premio The Versatile Blog Award, vieni a trovarmi sul mio blog.

    http://ipasticcidellapupa.blogspot.it/
    Ciao Erica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se sia la primavera o cosa, ma mi piovono premi senza sosta : D
      Grazie cara, il pensiero è molto gradito ^_*
      Un grande abbraccio.

      Elimina
  7. Una ricetta particolare, golosissima...Complimenti, mi piace tantissimo!

    RispondiElimina
  8. Sarà mica carenza di affetto? Mancanza di dialogo? Ma no, anche io ho un carrellino IKEA che tracima di amichetti, cui sovente domando e chiedo di dare il meglio. Spesso di tutta risposta mi dicono che sono troppo pretenziosa... :-) Intanto, siccome nel carrellino c'è ancora un buco, corto a comprare la quinoa rossa! A tutto benessere! Un abbraccio, Lore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ragionamento che.... non fa una piega, ahahahahahahah!! La quinoa faccela stare, su quel carrello, anche senza spazi disponibili, perché merita davvero ^_*
      Grazie Lore, un abbraccio grande.

      Elimina
  9. Scusa ma tu quando te le crei queste ricette? non vorrei sembrare ripetitiva ma è geniale!
    Croccante e morbido ... mi è venuta fameeee!!!
    baci carissima Erica
    la ciurma di abbraccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so Manu, è un periodo in cui fatico anche a capire perfino come faccia a stare in piedi, ahahahahahahahah. Il più delle volte nascono nelle notti insonni, ma anche in modo fulmineo nelle conversazioni con la dispensa ^_^
      Guai mancasse fantasia e creatività nella mia vita : D
      Prendo i vostri abbracci con infinito piacere e ricambio con grande affetto.
      Ciao dolcissima creatura!

      Elimina
  10. Io sono ancora indecisa sul fatto che la quinoa mi piaccia o meno..a volte la amo, a volte la trovo strana, insipida...certo è che condita in questo modo dev'essere squisita, spinaci & scamorza..that's amore!ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che, per certe cose, il segreto stia proprio nella preparazione. Io la quinoa la adoro anche scondita, ma è un'ottima base per tante preparazioni, per cui non puoi che sbizzarrirti e trovare la tua migliore contestualizzazione ^_^
      Grazie Meggy, un abbraccio.

      Elimina
  11. La quinoa rossa mi mancava... non credo di averla mai vista.
    Mi piace il modo in cui l'hai usata, sicuramente da provare.
    Così come mi piace anche il tuo dialogo con la quinoa... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insomma, ti piace la mia schizofrenia : D
      Grazie Ilaria, un bacione.

      Elimina
  12. Devo dirti una cosa che non ti piacerà: io non mangio le verdure a foglia, quindi niente spinaci!!!! Ma tu sei talmente fantasiosa ed artistica nella preparazione dei tuoi piatti che, mi fai venire l'acquolina!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che gran peccato Morena..... Fossi in te cederei all'acquolina ^_^
      Un bacione, grazie!!

      Elimina
  13. Anche a me piace molto la quinoa, la utilizzo spesso in vari modi, queste tartellette oltre che belle a vedersi son proprio buone a mangiarsi e anche originali, non da tutti i giorni diciamo, brava, il tuo palato vuol essere stupito, e tu hai stupito me! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Beh, missione compiuta allora!!! E anche con lode, visto che oltre al mio palato ho conquistato anche te ^_^
      Grazie cara, un bacione enorme.

      Elimina
  14. Beh ma se parli con la quinoa non è un amico immaginario ma una cosa reale, già sei messa bene! Un piatto davvero interessante, rossa non l'ho mai vista in giro. Brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rossa è deliziosa, Terry. Saporita e sfiziosa, e poi appaga anche la vista ^_^
      Altroché amici immaginari!! Un bacione, grazie.

      Elimina
  15. Che bella ricetta!!! Mi farebbe molto piacere se passassi dal mio blog: http://golosedelizie.blogspot.it/
    ti aspetto ^_^

    RispondiElimina
  16. Mamma che buoni! Sempre originalissima

    RispondiElimina
  17. sai che è un'idea speciale questga della tartellette di quinoa?? davvero grande sei Erica!
    un bacione grande:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!! Non pensavo di aver messo nel piatto qualcosa di tanto speciale ^_^
      Grazie dolcezza, un bacione.

      Elimina
  18. Tentazione del sano ma con gusto ed eleganza! Che bella ricetta! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely cara, lo sai che al sano non so resistere ^_^
      Bacione

      Elimina
  19. Sei la fata dei fornelli!!!!!
    Questa tua ricetta è fantastica!!! Ti abbraccio tanto, a presto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Grazie Elenaaaaaaaaaaaaaaa!!!!
      Un bacione

      Elimina
  20. Ahaha... che storia simpatica.. mi ci sono ritrovata un po'.. a volte sono loro, gli amati ingredienti, a guidarci, a convincerci ad osare ad abbinarli..E in questo caso è nata proprio una bella sinergia.. ;)
    Bacio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace non essere l'unica pazza.... ahahahahahahah
      Un bacione Barbara, grazie.

      Elimina
  21. A me sembra che il tuo palato ti stupisca e ci stupisca sempre! Ma io perché non ho la quinoa rossa in dispensa...acciderbolina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi chiedo come tu possa farne a meno, cara Silvia : D
      Il mio palato effettivamente è un po' esigente, ma coccolarlo mi piace da matti ^_^
      Un bacione

      Elimina
  22. ti ho nominata per un premio trovi tutto qui:
    http://cucinacasalingaperimbranati.blogspot.it/2014/03/sono-stata-nominata.html
    é solo un piccolo gesto per farti sapere che apprezzo il tuo blog:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Flavia, sei davvero molto dolce ^_^
      Mi fa molto piacere il tuo pensiero.

      Elimina