lunedì 31 marzo 2014

Polpette di lupini e cime dal cuore filante: l'insolito e inatteso incontro di caratteri forti

Probabilmente non ero stata precisa, ma il bottino di cime di rapa che ho portato a casa dalla trasferta taurinense era piuttosto importante. Vi accennai qualcosa presentandovi il gratin di avena. Ovviamente non mi sono potuta fermare lì. Che poi diciamolo, buona parte di questa verdura dal sapore intenso l'ho assaporata semplicemente saltata in padella magari con una buona manciata di parmigiano grattugiato e un uovo rotto sopra, ma anche così, in semplicità, con una forchettata una tantum rubata alla pace del frigorifero. Ma oggi torno presentandovene una versione che mi soddisfa particolarmente, perché porta in scena un altro tra i miei ingredienti preferiti: i lupini.
Il sapore che conferiscono a questo impasto è pazzesco, carattere puro. Il cuore delicato e contrastante, per sapore e consistenza, è un piacevole gioco per il palato. Mi sono divertita a intrecciare gusti diversi senza appesantire l'impasto con le uova, ma a queste polpette non manca per niente l'effetto stupore. L'inatteso insieme di gusti creerà quella piacevole sensazione di dipendenza in una lotta all'ultima polpetta.

Ingredienti

120 g di lupini puliti
80 g di cime di rapa cotte al vapore
10 g di capperi di Pantelleria sotto sale
5 g di olio evo + q.b.
1 cucchiaino di lecitina di soia
4 cucchiaini di latte di avena
1 cucchiaio di pangrattato di riso + q.b.
50 g di mozzarella

Versate in una tazzina il latte di avena e unitevi la lecitina. Lasciatela ammorbidire per circa mezz'ora. Pulite i lupini e inseriteli in un boccale insieme ai capperi, precedentemente lasciati in ammollo e sciacquati, e alle cime di rapa.
Tritate a più riprese, fino ad ottenere un composto fine e omogeneo.
Unitevi il latte con la lecitina, l'olio e il cucchiaio di pangrattato. Continuate a tritare. Avrete un composto compatto, che lascerete riposare per mezz'ora in frigorifero.
Nel frattempo tagliate la mozzarella a dadini piuttosto piccoli e lasciatela scolare dal suo liquido.
   Sistemate una manciata di pangrattato su un foglio o su un piattino. Riprendete l'impasto e, con le mani umide, prelevatene un po' alla volta, dando una forma sferica. Inserite nel mezzo un dadino di mozzarella e richiudete l'impasto in modo che sia perfettamente compatto.
Passate ciascuna polpetta nel pangrattato, avendo cura di formare uno strato importante. Lasciatele riposare per una decina di minuti e poi ripassatele nuovamente nel pangrattato. Scaldate un buon cucchiaio di olio in una padella antiaderente e, quando sarà ben caldo, posatevi le polpette.
Fatele cuocere uniformemente, girandole con delicatezza. Quando saranno pronte trasferitele su un foglio assorbente e servitele.

Saranno morbide, saporite e il loro cuore filante vi saprà stupire.
Un insieme di gusto e genuinità che lascia il palato appagato e lo spirito sereno. Per una cottura salutare al massimo, potrete passarle in forno, a 200°, per circa 25/30 minuti.

Una polpetta che vi conquisterà dal primo all'ultimo morso!

35 commenti:

  1. Che buone Erica!! Io adoro le polpette, le crocchette, le pepite, insomma, tutto quello che è monoboccone, gratinato e tondeggiante e se poi ci piazzi una delle mie verdure preferite, i lupini che sono tanto buoni e la mozzarella, ma io ti adoro!! Deliziose!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ealloraaaaaaaaaaaaaaa!!! :D
      Fare felice te è come sorridere da qui all'infinito ^_^ La tua allegria è contagiosa.
      Un abbraccio Silvia, buon lunedì!!

      Elimina
  2. Chissà che buone, sapori stupendi.. anche io adoro le cime di rapa! Ti ci vedo, ogni giorno ad inventarti qualcosa di nuovo con questo meraviglioso vegetale! Io un tempo avevo il nonno come spacciatore ufficiale di verdure a km0 e super bio ma ora purtroppo il nonnino non è più in formissima e i km son diventati 300.. e che dire dei lupini. non li compro mai ma mi intrigano, poi so che fanno bene. Da fare!!
    Un bacione e e splendida settimana anche a te :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, anche io non ce l'ho proprio a km 0, ma a 160 ^_^ Però quando vado a fare visita ai miei genitori faccio scorta :D
      Vedrai che dei lupini ti innamorerai e potrai fare grandi cose a basso indice glicemico per tuo marito ^_^
      Un bacione.

      Elimina
  3. Ciao Erica, questi simil arancini sono una squisitezza, un mix di sapori che secondo me insieme stanno benissimo...brava!!!
    Bacioni, buona giornata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho trovato stessero molto bene insieme. Grazie infinite Ely e un abbraccio grande.

      Elimina
  4. e quindi... questi lupini in versione polpetta li devo proprio provare!!! grazie per questo meraviglioso inizio di settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma cosa aspetti!!!!! Ahahahahahahah
      Grazie a te per il tocco di dolcezza ^_^
      Un abbraccio grande tesoro.

      Elimina
  5. Una ricetta interessantissima!Complimenti. Buona giornata!

    Elisa-Viaggio e Assaggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Elisa!!!!!
      Buona giornata anche a te ^_^

      Elimina
  6. amo le polpette di tutti i tipi e sono sicura che mi piacerebbero assai anche queste!
    complimenti come sempre per l'originalità! :D
    un bacione!

    RispondiElimina
  7. Da Mary Grace. Chiuso per temporanea assenza degli aggettivi superlativi con i quali descrivere le delizie de La Cuocherellona. Quelli utilizzati fino ad ora non sono sufficienti a descrivere le sempre più incredibili delizie della sopra citata meraviglia! <3
    Baci!!! :)
    Tua MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei il mio incanto. Sorrido ^_^
      Grazie.

      Elimina
  8. Amo tutte le polpette ma quelle a base di legumi in modo particolare... se poi hanno il cuore filante, è una garanzia!!
    Geniale anche il tocco dei capperi, chissà come sono saporite :)
    Buona giornata e buona settimana cara, ti abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace l'agiunta dei capperi per dare sapore e non usare il sale puro. Non mi deludono mai ^_^
      Grazie Marghe, un abbraccio.

      Elimina
  9. dunque questa era l'altra ricetta con le cime di rapa?????ma sono buonissime queste polpette!adoro i lupini, e in questa veste polpettosa sono decisamente valorizzati.Non dimentichiamoci il buon apporto proteico dell'insieme.
    brava cara.
    e buon inizio settimana.
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti adoro i lupini anche da un punto di vista nutrizionale ^_^
      Grazie Vale, un grande abbraccio e buona settimana.

      Elimina
  10. Caspita devo provare, i lupini li ho sempre mangiati da soli, non li ho mai utilizzati con altro, brava, una ricetta originale con un ingrediente di cui si parla poco, mi ricorda I Malavoglia Di Verga, quando lo lessi al liceo, mangiavano spesso i lupini, baci Erica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma davvero? E pensare che i lupini li ho utilizzati e proposti spesso, nei miei piatti!!
      Grazie Lilli, un abbraccio.

      Elimina
  11. Sai che da te trovo sempre ricette strabilianti? Polpette con i lupini ... bella idea, bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazieeeeeeeeeeeeeeeee. Bella che sei ^_^

      Elimina
  12. Eccole le polpette di lupini!!!Ancor più particolari di come le immaginavo.. anche i capperi nell'impasto..e quel cuore !!!! bravissima come sempre.. smack e buona settimana :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto????? Adoro i lupini e i capperi trovo diano quel tocco di sapore in più ^_^
      Un bacione, buona settimana a te!!

      Elimina
  13. Sono di un bel colore verde e immagino il sapore. Ottime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Le ho trovate irresistibili. Grazie!!

      Elimina
  14. Ma guarda che meraviglia queste polpette... e pensare cara che i lupini li uso pochissimo; complimenti!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fossi in te li rivaluterei ^_^
      Un bacione, grazie!

      Elimina
  15. Sei davvero un mito Erica! A questo abbinamento non avrei mai pensato! Io adoro i lupini, in genere ne ho sempre una confezione in frigo che sgranocchio magari mentre preparo la cena! L'idea di utilizzarli in qualche piatto mi piace tantissimo!!!!!!! Un abbraccio
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sandra, anche io li ho sempre in frigo.... ma mi diverto a trasformarli in golose pietanze.
      Grazie cara, sei dolcissima.
      Un abbraccio anhe a te ^_^

      Elimina
  16. Perfettamente istiganti alla lotta all'ultima polpetta.
    :-)

    RispondiElimina
  17. Che fantastiche polpettine!!! Ho giusto comprato ieri dei lupini e mi serviva un'ispirazione!
    Ma toglimi una curiosità, la lecitina sciolta nel latte di avena la usi per legare al posto dell'uovo? Se si, funziona più o meno uguale? Scusa le tante domande, ma sono molto interessata alle alternativa vegetali ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La lecitina è un emulsionante, quindi lega i composti. La lascio in ammollo per ammorbidirla e permettere che si legni meglio agli impasti.
      Al posto dell'uovo però uso anche i semi di lino spezzati e fatti bollire nell'acqua (le proporzioni non le ricordo, ma vado spesso ad occhio). Facendolo raffreddare assume una consistenza simile all'albume.
      Sui lupini qui trovi tutte le ispirazioni che vuoi ^_^
      Fai tutte le domande del caso, per me è solo un piacere.
      Un abbraccio grande e grazie.

      Elimina
    2. Spiegazione perfetta, grazie ;) Finora la lecitina io l'ho usata solo negli impasti di pane e dolci con ottimi risultati, inizierò a sperimentare usandola anche come legante!
      Un abbraccio anche a te e buona serata :)

      Elimina