mercoledì 30 aprile 2014

Spiedini di polpo e carciofi in pastella allo zenzero: approcci e tattiche di una sfida quasi impossibile

Guardavo e riguardavo quel polpo che mi sfidava, con i suoi tentacolini. Lo guardavo cercando di scorgere il suo punto debole e, lì, affondare il colpo. La realtà è che credo di aver dato al polpo la migliore interpretazione che conosca (ricordate questa meraviglia?). Ma credete veramente che una sfida quasi persa in partenza mi scoraggi al punto da non affrontarla? Ci avevo riprovato con il polpo glassato in crosta di pistacchi ( sempre loro ^_^) e ne ero stata decisamente entusiasta. Questa volta, però, cercavo un abbraccio insolito. Una pastella tutta mia, che sicuramente avrebbe reso di più in una frittura, ma che.... ho reso mia con una cottura in forno. L'aspetto sicuramente ne risente, ma il sapore ve lo posso solo lasciare immaginare. L'aroma dello zenzero e della scorza di limone, legati alla dolcezza di una farina che sto imparando ad amare ogni volta di più, fanno di questi spiedini un perfetto capolavoro.
Il lato critico che vive in me non può comunque esimarsi dal ritenere questa versione ancora un gradino sotto la versione croccante. Ma sappiate che ho già in mente una nuova interpretazione ^_^
E solo questione di tempo!

Ingredienti

4 tentacoli di polpo
2 carciofi
1/2 limone
olio evo q.b.

Per la pastella
30 g di farina di soia integrale tostata
20 g di farina di riso impalpabile
90 g di acqua
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di scorza di limone bio non trattata
1 pizzico di bicarbonato

Separate i tentacoli del polpo e bolliteli, in acqua salata, per 15 minuti. Adagiate i tentacoli nell'acqua bollente poco alla volta, in modo che si arriccino bene. Quando saranno pronti scolateli e lasciateli asciugare perfetamente.
Pulite i carciofi dalle foglie esterne, tagliate le punte ed eliminate la barbetta e le spine interne. Tagliateli a spicchi e metteteli in ammollo nel succo di mezzo limone allungato da un po' di acqua. Portate ad ebollizione abbondante acqua salata e sbollentateli per 3 minuti. Trascorso il tempo, scolateli e gettateli velocemente sotto dell'acqua ghiacciata, in modo da fermarne la cottura. Fate asciugare molto bene anche questi. E' importante che gli alimenti siano perfettamente asciutti, quando li cuocerete con la pastella, per permettere alla pastella stessa di rimanere attaccata e di non scivolare via a causa dell'acqua in superficie.
Passate ora alla pastella. Setacciate la farina di soia e unitela all farina di riso. Aggiungete la scorza del limone, il bicarbonato e lo zenzero in polvere. Non salatela, poiché il sale renderebbe meno croccante la pastella in cottura (questo soprattutto se friggeste!!). Mescolate tutto e unite, poco alla volta, l'acqua. Regolatevi in base alla farina che utilizzerete. La farina di soia tende ad assorbire molta acqua, ma se ne usaste un altro tipo, potrebbe volercene meno. Dovrete ottenere una pastella densa, ma non troppo pastosa. Lasciatela riposare una decina di minuti in frigorifero.
Prendete 4 spiedi e iniziate a comporli. Partite da uno spicchio di carciofo, poi infilzate il tentacolo del polpo ben attorcigliato e poi ancora un altro spicchio di carciofo.
Con un pennellino cospargete su tutta la superficie la pastella, coprendo bene sia carciofini che polpo. Se vi dovessero avanzare degli spicchi di carciofo, coprite anch'essi e adagiateli singolarmente sulla teglia. Saranno un ottimo accompagnamento.
   Adagiate gli spiedini su una teglia coperta da carta forno e leggermente unta e infornate, a 200°. Dopo 15 minuti girate gli spiedini e procedete con la cottura per altri 15 minuti.
Quando saranno ben dorati e decisamente croccanti, sfornate e salate in superficie.
Fateli riposare per un minuti circa, poi serviteli, insieme ai piccoli cuori di carciofo cotti separatamente.
Il contrasto di consistenza tra carciofo e polpo, delicato e morbido l'uno, corposo e importante l'altro, saranno uniti in un abbraccio aromatico che vi regalerà una gradevole esperienza sensoriale.


Delicato, sfizioso e assolutamente intrigante. Un modo originale per portare in tavola i piatti di sempre in una forma diversa.

E, soprattutto, una pastella versatile e stuzzicante, che sposa bene verdure di ogni tipo. Alla carica!!!!

29 commenti:

  1. Che goduria, brava hai fatto bene a provarci. Erica 1-polpo 0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahaah, sì, registro il risultato ^_^
      Grazie Rachele, un bacione.

      Elimina
  2. Mamma Erica ne voglio assaggiare uno, adesso!!! Che bontà, non potevi scegliere sapori e consistenze migliori!! Bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. : ))))) Molto felice, io!!!!
      Grazie dolcissima Silvia.

      Elimina
  3. Ciao! ma che bella pensata questi spiedini! particolare questa pastella profumata allo zenzero, che rende il piatto ancora più fresco e leggero,
    ottimi e molto sfiziosi, complimenti!
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che la scelta dello zenzero è stata azzeccatissima ^_^
      Grazie ragazze. Un bacione.

      Elimina
  4. Ma cos'è mai questa pastella, fatta con il mio amato zenzero? UNA MERAVIGLIA!!!
    Insomma, iniziare alla grande il 2° anno del tuo GENIALE blog!!
    Ti adoro!
    un abbraccio
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora non puoi che provarla!!! Ho optato per lo zenzero in polvere, nonostante guardassi in faccia la radice, perché volevo fosse solo un aroma esaltato dalla scorza di limone. Quello fresco temevo dominasse troppo.
      Cosa dire, lo inizio alla grande sì, se arrivi con questo entusiasmo!! ^_^
      Sei un tesoro, cara Manu.
      Grazie, un bacione.

      Elimina
  5. Fame! Fame! Fame!
    Ha iniziato a brontolare lo stomaco nel vedere questo spiedino mare-monti...

    Per il croccante perché non utilizzi del pangrattato...se vuoi ti spedisco quello di farro...o di riso così restiamo in tema!

    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pangrattato di riso lo uso abitualmente (è l'unico che uso). Quello di farro sinceramente non sono ancora riuscita a trovarlo, maledizione. Ricordo di averci lasciato gli occhi e di essermene stupita, ma.... ancora nulla : ((
      In realtà qui non volevo usare il pangrattato. Volevo che la pastella fosse fine e leggera. Ma tieniti pronta perché l'evoluzione è tutt'altra storia : D
      Un bacione Silvia, grazie!

      Elimina
  6. Complimenti Erica belliiiiiii, buoniiiiiii e particolariiiiiii grazie allo zenzero!!!!!!!!!!!!
    Ciaoo
    Sissi

    RispondiElimina
  7. Sai che non mi piacciono i carciofi ma al di là di questo l'idea è molto bella, vuoi perfezionarla (brava) ma già così è parecchio interessante e singolare, la tua pastella me la copio subito, amo variare le pastelle e questa è davvero buona, con lo zenzero che regala quel tocco in più, la scorza che adoro e la mia amata farina di soia integrale! Insomma Erica mille ne pensi, mille ne fai, una mente in movimento è il sale della vita! ti applaudo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E il tuo appleuso me lo prendo tutto ^_^ Grazie Eli.
      La farina di soia...... che diviità!!
      Grazie cara, ma tieniti pronta all'evoluzione ^_^
      Un abbraccio ed una splendida giornata.

      Elimina
  8. Non sono una vera bontà sti spiedini.. sono molto ma molto di più!!!!! che abbinamento polpo e carciofi.. e la pastella con quelle farine.. mamma mia che fame!!!! baciotti e buon 1° maggio .-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Graaaaaaaaaaaazieeeeeeeeeeeeeeee!!!! Effettivamente è una pastella pazzesca, lo devo ammettere ^_^ Ma la farina di soia, ciè, che spettacolo è? ^_^
      Un bacione e buon 1° maggio anche a te ; ))

      Elimina
  9. Da leccarsi i baffi, le dita anche il piatto. Che bontà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. : )) Ecco, puliamo a fondo tutto! Un bacione

      Elimina
  10. Ti adoro, ti adoro, ti adorooo!!!
    Baci
    Tua MG

    RispondiElimina
  11. Adoro il tuo entusiasmo!! Secondo me, questi spiedini sono una favola!! Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Ricorda che attendo di sapere la novità....
      Un bacione.

      Elimina
  12. Meravigliosa interpretazione questi spiedini con accostamenti sorprendenti e deliziosi :-) ...Bravissimaaaaa riesci sempre a coinvolgere chi ti segue !!!!!!!!!!!!!!!! Ciao Erica, un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, dal momento che non posso farvi assaggiare questi piatti, almeno vi coinvolgo dversamente :D
      Un bacione Roby, a presto!! Grazie.

      Elimina
  13. Che meraviglia questo piatto, specialmente per me che amo lo zenzero e i carciofi. Mille grazie per questa sfiziosa ricetta che farò al più presto :-*
    Grazie per la tua visita nel mio glogghino è stato un piacere conoscerti <3
    Ciaooo e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il piacere è tutto mio, cara Maria Bruna. Ti sei anche innamorata di una mia ricetta!!! : D
      Un bacione, a presto.

      Elimina
  14. Una ricetta fenomenale, complimenti davvero!!!!!! questa la rifaccio sicuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo!!!!! Allora attendo il tuo parere ^_^
      Grazie Max!!

      Elimina
    2. Appena l'ho preparata ti faccio sapere, ma da quello che vedo dev'essere buonissimo

      Elimina