mercoledì 17 luglio 2013

Tortino fondente ai fiori di zucchina: una pasta croccante che racchiude tutto il "buono rimasto"

Sì, insomma, si parte da un'idea di ingredienti, da un'idea di forma..... poi tutto subisce una metamorfosi e..... comunque ne esce una prelibatezza.
Fiori di zucchina. Ormai me ne delizio ogniqualvolta li vedo colorare d'arancio le bancarelle. Poi la raccolta dei pezzi sparsi nel frigorifero: un po' di ricotta, tenuta da parte dal pranzo del giorno prima, in cui l'avevo gustata con bottarga grattugiata e scorza di lime, una piccola porzioncina di Certosa light rimasta dalla preparazione della non chiamatela focaccia di Recco, un albume rimasto dal ragù delle pappardelle di zucchine e come racchiudere meglio tutto questo se non in una bella sfoglia di pasta Phyllo? Alla fine ne è uscito questo tortino salato, decisamente appetitoso e d'effetto!! Una tela che assorbe perfettamente i colori e li trasforma in sensazioni.

Ingredienti

Pasta Phyllo (questa dose)
100 g di ricotta vaccina
80 g di certosa (io light)
2 zucchine chiare piccole
10 fori di zucchina
1 albume
noce moscata
sale
olio evo

Preparate per tempo la pasta Phyllo e fatela riposare almeno due d'ore.
Pulite i fiori di zucchina dal loro pistillo e sciacquateli delicatamente sotto l'acqua corrente. Asciugateli tamponandoli con cura e tagliateli a striscioline verticali. Pulite, lavate e tagliate a fiammiferi le due piccole zucchine e fatele cuocere in padella con un filo di olio evo per una decina di minuti. Aggiungete i fiori e continuate la cottura per un minuto circa, a fiamma viva. Spegnete il fuoco e fate intiepidire.
Setacciate la ricotta sui fiori a julienne e amalgamate il tutto, correggendo con sale e noce moscata. Lasciate riposare e insaporire, mentre vi dedicate alla lavorazione dell'impasto per la sfogliatura della scocca del tortino.
Dividete l'impasto in 4 e iniziate a stendere, con un matterello, la prima sfoglia, cercando di darle una forma tonda e fino ad avere uno spessore minimo. Ungetela con olio evo aiutandovi con un pennellino e mettete da parte. Passate alla seconda parte e ripetete l'operazione, sovrapponendo la sfoglia ottenuta alla precedente. Continuate con le altre due parti rimaste. Coprite con carta forno la base di una teglia e capovolgetevi sopra gli strati di Phyllo.
Montate a neve ferma l'albume e unitevi il composto di ricotta. Mescolate delicatamente fino a creare un composto uniforme. Rovesciate il ripieno nel centro del disco di pasta e affondateci la certosa tagliata a pezzi. Iniziate a chiudere il bordo, ripiegandolo verso il centro. Pizzicatelo in modo da tenerlo fermo intorno al ripieno.
Portate a temperatura il forno e cuocete, a 200°, per mezz'ora.

Sfornate quando sarà ben dorata e lasciatela raffreddare per qualche minuto. Tagliatela quindi a spicchi e servitela. E' buona da assaporare anche fredda, magari per un pranzo all'aria aperta.
Cuore fondente, involucro croccante: caratteristiche fondamentali per un piattino sfizioso!

24 commenti:

  1. Waw!!! Che acquolina!!! Complimenti :)

    RispondiElimina
  2. a qualsiasi ora pubblichi le tue proposte mettono l'acquolina!!!! ciaooo

    RispondiElimina
  3. Davvero delizioso ed estivo! Complimenti di vero cuore, carissima! Un bacio grande grande! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara!!!! Mi gratifica notevolmente questo tuo commento ^_^

      Elimina
  4. Eccomi qui, dopo una breve latitanza perchè in altre faccende affaccendata, arrivo a gustarmi tutto 'sto bendiddio. Tutto che fila, dove c'è certosa c'è accantoalcamino e dove c'è accantoalcamino non c'è più certosa, mi sono spiegata? :-D
    Ti mando un strucon :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahah..... concetto chiarissimo!! Sarebbe una lotta all'ultima forchettata, allora, tre te e me!! ; )
      Prendo molto volentieri il tuo "strucon" : )

      Elimina
  5. Goduria pura questo tortino!
    Le torte rustiche migliori sono proprio quelle che raccolgono un po' di tutto! ;)
    Un bacione cara Erica, buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Emanuela, il mio palato effettivamente ha esultato : ) Un bacione anche a te e buon pomeriggio!!

      Elimina
  6. da pauraaaaa!!! Hai sempre idee geniali, bravissima ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah, esagerata!!!! Grazie Francesca, come vedi oggi stracchino per tutti!! ; )

      Elimina
  7. Ciao Erica! Mi sono unita sia qui che su bloglovin... e anche su google così ti seguo un po' ovunque:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io mi sono ben attrezzata per seguirti; ) Sei assolutamente la benvenuta e mi fa molto, molto piacere che anche tu faccia parte della mia squadra!! Sei molto in gamba!
      Grazie Inés, un abbraccio

      Elimina
  8. ci credo che è una bontà! adoro anche io i fiori di zucchina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quello che maggiormente mi ha preso è stato quell'impasto..... non c'è nulla da fare: adoro la Phyllo : )

      Elimina
  9. Che bonta' deve essere questa torta salata......oggi ho avuto una soffiata.....un posto dove vendono la Phyllo.....ma ormai......a che serve comprarla!!!!!!!!Ci pensa Erica.....buahauhuahuahuah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comprarla?????????? Cosa significa questa parola??? Solo di una cosa sarei curiosa, anzi di due: il prezzo, visto che ne conosco il costo.... e la consistenza, dal momento che sono abituata alla mia home made!! Ma è vero anche che la mia pluritestata versione è insostituibile, ahahahahahahahahah!!!!!
      Devo venire a Perugia per acquistarla o mi erudisci tu? Ahahahahahah

      Elimina
  10. Immagino il sapore di questa delizia!!!
    Complimenti!!! Un grande bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacione anche a te, cara!!! Grazie ; )

      Elimina
  11. Erica, adoro da pazzi le tue ricette ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O_O Ahahahahahahahah.... ma che carina che sei!!!!!! Grazie!!! ; )

      Elimina
  12. Uno spettacolo! Tra 10 giorni vado in montagna e la c'è una signora che mi regala sempre dei meravigliosi fiori di zucca (profumatissimi)del suo orto.
    Penso proprio che proverò a fare questa tua ricetta.
    Un saluto, Lorena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Non può che farmi piacere mia cara Lorena..... Aspetto il verdetto, allora!
      Un abbraccio.

      Elimina