martedì 4 febbraio 2014

Polpo glassato all'arancia in crosta di pistacchi... e non può essere tutto

.... su letto di catalogna aromatizzata alla noce moscata. Sì, perché uno, nel titolo, vorrebbe metterci tutto. Perché un piatto non nasce solo nella parzialità. Perché i dettagli, tutti, concorrono al perfetto bilanciamento dei sapori. E questo non è solo un polpo glassato all'arancia in crosta di pistacchi. Questo è un polpo glassato all'arancia in crosta di pistacchi su letto di catalogna aromatizzata alla noce moscata. Ecco, l'ho detto. Io, che sono quella dai titoli intriganti (cito), io che scrivo titoli che smuovono una certa curiosità (cito), io che.... i titoli sono il dettaglio che attira il lettore ad aprire l'articolo e tu in questo sei molto brava (cito), io che ho il dono della sintesi per cui poche parole per esprimere un concetto articolato (cito), ma che scrivo titoli chilometrici (preciso), io.... non posso lasciarvi credere che questo sia un semplice polpo glassato all'arancia in crosta di pistacchi. Perché è proprio l'amaro della catalogna, addolcita dalla delicatezza della noce moscata, a creare un contrasto con la carne croccante del polpo e la vellutante sensazione con cui la glassa avvolge il palato. E' proprio l'insieme di sapori che rende questo piatto.... wow!

Ingredienti

4 tentacoli di polpo
1 arancia non trattata (buccia e succo)
50 ml di prosecco
sale
1 cucchiaio di olio evo + q.b.
paprika dolce
noce moscata
25 g di pistacchi tostati non salati
15 g di farina di mais fioretto gialla
80 g circa di coste di catalogna

Lavate bene l'arancia e asciugatela, Tagliate la scorsa, avendo cura di non prelevare la parte bianca. Spremetela e prelevatene il succo.
Versatelo in un recipiente capiente. Tagliate la scorza in bastoncini sottili e unitela al succo. Aggiungete l'olio, il vino, il sale, la paprika e la noce moscata in quantità variabile secondo i vostri gusti e mescolate bene.
Sciacquate bene i tentacoli del polpo (io li ho prelevati da un polpo di 500 g circa e il peso era di circa 200g) e immergeteli nella marinatura. Coprite con un foglio di pellicola trasparente e lasciatelo riposare, in frigorifero, per almeno 5 ore.
A questo punto pulite le coste della catalogna (io le avevo tenute da parte preparando un contorno con le foglie) e fatele sbollentare, in acqua salata, aromatizzata con abbondante noce moscata, per circa 4 minuti. Scolatele e passatele sotto un getto di acqua ghiacciata, poi fatele asciugare.
Pulite bene i pistacchi dalle loro pellicine e tritateli finemente. Mescolateli alla farina di mais e teneteli da parte su un piattino o su un foglio di carta assorbente.
Prelevate le bucce dell'arancia dalla marinatura e tritatele finemente. Io mi sono servita di una mezzaluna. Fate scaldare un filo di olio evo in una padella e versatecele, facendole rosolare a fuoco basso per un paio di minuti. Scolate grossolanamente il polpo dalla marinatura, ponetelo nella padella insieme al soffritto e alzate leggermente la fiamma.
Fatelo rosolare per un minuto circa per parte, dopodiché abbassate la fiamma, versate la marinatura, e fate cuocere per circa 20 minuti, coperto. Giratelo, di tanto in tanto.
Coprite una teglia con della carta dorno, cospargete un po' di olio evo, una base di mix di pistacchi e sistemate sopra le coste della catalogna. Coprite nuovamente con abbondante panatura, cercando di circoscriverla alla verdura, in modo che non bruci durante la cottura. Correggete, eventualmente, con un pizzico di sale.
Quando il polpa avrà consumato il liquindo di cottura, prelavate i tentacoli e passateli nel mix di pistacchi, prima da un lato, poi dall'altro. Cercate di fare aderire uniformemente il trito. Aiutatevi con una forchetta per non bruciarvi, se troppo caldo.
Sistemate i tentacoli sul letto di catalogna e irrorate con un filo di olio evo.
Portate il forno a 200° e, quando sarà in temperatura, infornate e cuocete, per 20' ventilato. Fate in modo che diventi dorato e croccante.
Nel frattempo accandete il fuoco, basso, sotto il fondo di cottura in padella. Fate rapprendere l'arancia con la marinatura in modo che diventi una salsa denza. Attenzione a non farla bruciare.
Quando il polpo sarà cotto sfornatelo e servitelo, accompagnandolo con la salsa all'arancia.
Servite caldissimo e gustate il contraso di sapori tra l'amarognolo della catalogna, la dolcezza del pistacchio, la croccantezza del polpo e l'aspro-dolcezza della glassa.

Un invito a deliziare il vostro palato.

40 commenti:

  1. Che dire, una poesia di sapore... Wow!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Wow, che bontà!! Presto proverò a fare questa ricetta e speriamo che mi venga bella e buona come la tua!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un grande piacere, Elena, grazie infinite!! ; )

      Elimina
  3. Favoloso Erica, bravissima, lo mangerei in questo istante!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avrei più smesso io di mangiarlo, ahahahahahah!!
      Grazie Silvietta, un abbraccio grande!!

      Elimina
  4. Tu che riesci sempre a stupire anche chi ormai ti conosce e sa che in cucina ne sai una più del diavolo! Sei fantastica Erica, i tuoi abbinamenti azzardati mi piacciono sempre di più. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu mi incanti ogni volta con parole che scaldano l'anima.....
      Un abbraccio grandissimo

      Elimina
  5. Cosa vedono i miei occhi!!! Deve essere strabuonissimo!! Bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Un bacionissimo, mia cara. Facciamo che tu metti il primo e io il secondo? Oggi faremmo follie ; ))

      Elimina
    2. Ahahahahahah ^_^
      Un bacione a te, Ornella!

      Elimina
  6. wwwoooowwwww!!!!!!magnificooooo!!!!! sei bravissima e originalissima!!!! un abbraccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mimma!! Che meraviglia questo tuo entusiasmo : ) Grazie infinite, un abbraccio!!!!

      Elimina
  7. Oh cara.. se pensi che il polpo mi fa impazzire... così deve essere qualcosa di speciale! Un'idea originalissima, complimenti davvero!! <3 un abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolce anima speciale, che piacere avere preso in pieno i tuoi gusti!! ^_^
      Ti stringo con infinito affetto, un bacio!

      Elimina
  8. O_o.. e poi :-P... non ci sono parole.. Eccome se mi hai incuriosita. titolo lungo.. per una ricetta che tocca provare per forza!! Mai avrei pensato a fare il polpo in crosta..ma nemmeno a tutto il resto avrei pensato.. Si presenta benissimo.. e mette fame!!!! smackkk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah, sei unica Claudia!!!
      Grazie infinite ; )

      Elimina
  9. Ma le tue ricette sono fantastiche e questa poi..........bravissima davvero!

    RispondiElimina
  10. Amo molto il polpo, e mi piace prepararlo in molti modi. Però, glassato con i pistacchi non ci avevo mai pensato, mi hai stuzzicata e incuriosita, brava Erica. Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, neanche io ci avevo mai pensato prima, ahahahahahahah
      Sono piatti che mi frullano all'improvviso nella testa!
      Grazie Giovanna, grazie di cuore. Un grande abbraccio

      Elimina
  11. una proposta pazzesca!!! posso dirlo? sono rimasta attaccata per memorizzare e immaginare tutti i passaggi!!
    bravissima
    bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono cose, nella vita, piacevolmente destabilizzanti. Le tue parole sono una di queste. GRAZIE Anna!!!!!!
      Un abbraccio infinito ^_^

      Elimina
  12. un'esplosione di sapori di profumi...un piatto magnifico, complimenti!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Aliceeeeeeeeeeeee ^_^
      Un abbraccio grandissimo, buona giornata

      Elimina
  13. Ammazzate!! non riesco a dirti altro ... ho solo voglia di assaggiarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah, mi fai morire!! Grazie di cuore.

      Elimina
  14. 6 strepitosa enrica, mi lasci senza parole dinanzi a questo piatto così..come dire..wow!!!!
    Bravissima!
    la zia Consu

    RispondiElimina
  15. WOW... esatto cara Enrica, arrivo un po' in ritardo, ma non potevo non commentare questo fantastico piatto, mi piace tutto, dal polpo in crosta di pistacchi alla catalogna alla noce moscata... che dire... grandissima!!!!!!
    Bacioni, a presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely e grazie di essere passata a trovarmi ^_^
      Un abbraccio grande.

      Elimina
  16. Ciao, eh si perchè anche i dettagli fanno la differenza! ed un piatto così ricercato è fatto proprio da tutti i dettagli che lo compongono, quindi non solo polpo ma anche panatura, catalogna ecc.
    Ci piace davvero l'accostamento di sapori, profumi e consistenze che hai realizzato.
    Quasi quasi ti copiamo la ricetta.
    un bacione e davvero brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Liberissime di farlo, mie care ^_^
      Grazie di cuore, un abbraccio.

      Elimina
  17. Wow! Accipicchia che ricetta! Sofisticata e buonissima :)

    RispondiElimina
  18. uuuuuuuuuuuu ma dai! questa mi piace da matti! segno! è un'idea che va rifatta! grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se non è un motivo di orgoglio questo..... Grazie Vicky!!!!!!! : **

      Elimina
  19. Io dico solo wow! Ed ovviamente complimenti!!!
    Bacioni
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia.... mi scrivi mentre sei sulla corriera? ^_^ Benedette ferrovie ; ))

      Elimina