lunedì 9 dicembre 2013

Gnocchi di semolino al pistacchio saltati con le erbette: il caos metodico e il risultato avvincente

Una cena. Un'idea. Infinite strade tra cui scegliere. Ecco, ci risiamo: sembra che a scadenze definite debba avere a che fare con il caos cosmico. Per il semolino, ve l'ho già detto, ho un debole che parte da lontano, da quando, piccina, la mia mamma ci deliziava con i suoi gnocchi alla romana. E per quegli gnocchi ho un dolcissimo ricordo: la teglia delle frattaglie, tutti i rimasugli del taglio, che finivano in un coccio e che erano ambito bottino per mamma, mio nonno e.... me!!
Cedere a quella bontà è sempre come tornare a quei momenti. Prima di arrivare a questo piatto, lo confesso, sono passata a sfiorare molteplici versioni. Non so perché sia arrivata a questa, non so perché le altre non mi convincessero, ma so che il sapore delicato, incastonato in un bocconcino croccante, ha assolutamente appagato il mio deisdeio di bontà.

Ingredienti

Per gli gnocchi
125 g di semolino
1/2 litro di latte di avena
1 tuorlo
20 g di olio evo
25 g di parmigiano grattugiato
1 cucchiaino raso di sale
noce moscata a piacere
15 g di pistacchi

Per il condimento
100 g di erbette cotte
25 g di pomodori secchi
1 spicchio d'aglio
olio evo

Versate il latte, l'olio, la noce moscata e il sale in un pentolino e portatelo ad ebollizione. Versate, quindi il semolino a pioggia, mescolando con un cucchiaio di legno per evitare di formare grumi.
Cuocete per 10 minuti a fiamma bassa, sempre mescolando.
Sgusciate i pistacchi, privateli delle pellicine e tritateli. Quando il semolino sarà cotto spegnete il fuoco e aggiungete il tuorlo e il parmigiano e mescolate, incorporandoli bene. Unite i pistacchi e amalgamate tutto. Fate intiepidire per una decina di minuti.
Versate il composto su una spianatoia e prelevatene un pezzo alla volta. Lavoratelo con le mani formando un filoncino di circa 2 cm di diametro. Tagliatelo a tocchetti. Procedete con tutti l'impasto. Fate raffreddare bene gli gnocchi, sistemandoli sul piano in modo che siano ben separati tra di loro.
Nel frattempo prendete le erbette e i pomodori secchi e tagliuzzateli, con un coltello o con una mezzaluna.
Scaldate un po' d'olio in una padella e fate insaporire con lo spicchio d'aglio. Quando sarà ben caldo, alzate la fiamma e versate gli gnocchi. E' importante che la fiamma sia viva, poiché devono dorarsi e non sciogliersi.
Fate saltare per un paio di minuti, quindi aggiungete le erbette. Procedete la cottura, a fiamma media, per altri 3 o 4 minuti.
A questo punto non vi resta che impiattare e servire. Con queste dosi vi verranno due porzioni abbondanti.


Si possono anche congelare e saltare all'occorrenza!!



47 commenti:

  1. Il caos metodico è una definizione bellissima! ehehe
    Devono essere buonissimi resi croccantini dal salto in padella!
    Un bacio e buona settimana
    Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella croccantezza, infatti, è sfiziosa da urlo, ahahahahahahah!!
      Grazie Leo, ti abbraccio forte!!

      Elimina
  2. aiutooooo che bontà...... il mio piatto preferito...mangerei gnocchi Sempre....... ne mangerei un piatto subito ! Buon lunedì....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah, non male come colazione ^_^
      Un abbraccio cara, buona giornata e grazie!

      Elimina
  3. Gli gnocchi di semolino mi piacciono tanto e la tua ricetta sembra perfetta, segno tutto e appena posso li provo, baci e buon lunedì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dolcezza!!!! Un abbraccio grande e buon inizio di settimana

      Elimina
  4. Erica!!! MA quanta fame mi fai venire tu!!!?? :-D Adoro!! Smack
    Federica :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu hai preparato quei burger adorabili? E ora ti sistemo io!! Ahahahahahahah
      Un bacione (l'abbraccio per oggi te l'ho dato ^_^)

      Elimina
  5. Ciao Erica, l'idea di mettere i pistacchi nell'impasto è geniale e golosa... li adoro, il condimento poi mi sa che ci sta davvero bene!!! Brava favoloso piatto!!!
    Bacioni, buon lunedì...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente il pistacchio nell'impasto ha dell'irresistibile ^_^
      Grazie Ely, sei un tesoro

      Elimina
  6. Questo piatto è geniale cara Erica!! mi sembra di sentire la crosticina sotto i denti.... mmmmmmhhh
    per fortuna ho la semola in casa!! :) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora gnocchi siano!!!!!!!!! : ))))
      Grazie deliziosa creatura, un abbraccio grande grande

      Elimina
  7. Che buoni questi gnocchi! Ma sai che mi stava ravanando per la testa un'idea simile, con le dovute differenze qua e là. L'idea base di fare degli gnocchi veri con il semolino...
    Adoro tutti gli ingredienti che hai usato,
    buona settimana
    Su

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, mia cara, allora non vedo l'ora di assaggiare la tua versione ^_^
      Un abbraccio, grazie!!

      Elimina
  8. mai mangiato gnocchi di semolino, proprio per questo mi invogliano proprio tanto!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non smetterei più di mangiarli ^_^
      Grazie Sivia, un abbraccio

      Elimina
  9. Assolutamente splendidi!! Mi piacciono tantissimo gli gnocchi di semolino e belli croccanti con le erbette e i pomodori secchi sono uno spettacolo!!
    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi assaggiarli Silvia.... si sciolgono n bocca!!!! ^_^
      Un bacione, grazie!

      Elimina
  10. Ottimi i tuoi gnocchi... e anche come li hai conditi! baciotti e buon lunedì :-)

    RispondiElimina
  11. Spettacolo.. Come ben sai.. ho un forte, fortissimo debole per gli gnocchi.. anche quelli alla romana.. Bella idea usare il semolino in questo modo.. Mi sta facendo venire una fame!!!!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per gli gnocchi alla romana potrei uccidere, ahahahahahahahah!!
      Ti proporrei un incontro con la migliore versione di gnocchi alla romana da scambiarci. Gustiamo, chiacchieriamo e scegliamo la nostra preferita. Ci stai? ^_^

      Elimina
    2. Siiiiiii.... sarebbe bellissimo!!!! :) Anche perchè prima o poi sarebbe bello dare concretezza e un volto a questi messaggini.. che ne dici? :) Te la butto li.. dal 27 al 4 sono in ferie.. sicuramente corro meno di adesso tra pendolarismo e tutto il resto..
      anche senza gnocchi.. :)

      Elimina
    3. ^_^ Si potrebbe fare il 28, il 30 o il 2 gennaio. Sono giorni in cui, la sera, non dovrei lavorare e che mi lascerebbero maggior respiro in giornata.

      Elimina
    4. Perfette tutte e tre le alternative.. ci possiamo aggiornare nei prossimi giorni senza problemi.. e se siamo troppo di corsa e c'è poco tempo valutiamo una cosa più easy.. :)
      Che bello!!!

      Elimina
  12. Sono fantastichi!! Bravissima cara Erica!! Buon inizio settimana!! :) un bacione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Grazie dolcezza. Ti abbraccio. Buon inizio di settimana anche a te

      Elimina
  13. Mi piacciono sia i tuoi gnocchi che il condimento che hai scelto.

    RispondiElimina
  14. ... quindi siamo vicine di casa?? Ma che bella notizia :)
    Tesoro mio che piatto meraviglioso, prendo al volo la ricetta, sicura di fare centro!!!
    Un abbraccio stretto, a prestissimo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Non vivo più a Torino, ma i miei genitori sono ancora lì.....
      Un abbraccio dolcezza, e grazie!!

      Elimina
  15. Riesci a stupirmi ogni giorno. Il tuo talento, il tuo estro è infinito. Sai che trovo ogni tua preparazione straordinaria, ma questo piatto lo devo assolutamente inserire nella mia "Cuocherellona list" dei preferiti! E il condimento?! Da svenimento! La definizione caos metodico è geniale!!! I adore you!!!
    Baci
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa dovrei rispondere ora? Mi hai tolto tutte le possibili parole. Ti ringrazio di cuore, tesoro. Io semplicemente cucino e cerco di viziarmi, in quello che mi riesce più o meno bene. Magari la bellezza vera sta nei tuoi occhi..... ^_^
      Ti adoro anche io mia bella creatura!!

      Elimina
  16. Leggerti è sempre una dolce scoperta mi acara. Mi piace la tua cucina, mi piace che si sperimenti. E' un pò quel che faccio io ma senza troppe pretese. Sei davvero, davvero brava!
    Un bacionissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai quanto mi faccia piacere Vivi..... Le tue parole mi emozionano. Grazie!!

      Elimina
  17. Mi piacciono gli gnocchi di semolino che con i pistacchi dentro devono essere ancora più buoni! Ricettina assolutamente da provare!
    Un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se consideri che il pistacchio lo metterei ovunque (e dico OVUNQUE) questi gnocchi acquisiscono un valore aggiunto mica da ridere!! ^_^
      Grazie Silvietta bella, un abbraccione

      Elimina
  18. che spettacolo!!! bravissima!!! :P poi io ho un debole per gli gnocchi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra gnocchi e polpette si potrebbe lanciare un sondaggio ^_^
      Grazie Pamela, un bacio!!

      Elimina
  19. ti giuro quando ho letto "teglia delle frattaglie, tutti i rimasugli del taglio" mi son sentita male. poi dopo ho capito! (ho capito bene, vero??!) :D
    questa mi era sfuggita, perdindirindina! quando mi deciderò a fare questi benedetti gnocchi in casa piuttosto che piagnucolare perchè in giro li trovo sempre con le uova, sicuramente proverò anche la tua versione di semolino, che come ti ho già detto non conosco bene ma dal nome mi è simpaticissimo! ^_^
    un bacio bella :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahah, hai capito benissimo, le frattaglie dei tagli del semolino, ahahahahahah. Per fare gli gnocchi alla romana devi fare raffreddare il semolino, spianato su un ripiano. Poi tagli a cerchi. Ecco, i rimasugli finivano in una teglia a parte e quelli, quelle frattaglie, erano un boccone ambito. Ahahahahahahahah.
      L'uovo serve a tenere unito l'impasto. Non so con cosa si potrebbe sostituire. Si potrebbe provare con i semi di lino bolliti? Sui dolci funziona, qui ho paura darebbe un sapore troppo forte.
      Un bacione a te, tesoro.

      Elimina
    2. mh..non so, per quelli di patate sono sicura che vengano benissimo anche senza uova tanto che la ricetta in molte regioni lo omette completamente, per quelli di semolino non saprei..però il procedimento mi sembra uguale a quello degli gnocchetti all'acqua, sbaglio?? anche in quelli l'uovo non ci va! ..chi prova prima?! ;) bacioni

      Elimina
    3. E' una cosa completamente diversa. Anche io quelli di patate li faccio senza uovo. Qui le dosi sono diverse, ma se abbondassi di semola, probabilmente, il risultato sarebbe simile. In fondo sono come gli gnocci all'acqua, ma la farina 00 ha una forza maggiore del semolino.... lega senza supporto di uova!!

      Elimina
  20. qui da te trovo sempre delle belle novità altra ricetta da provare!baciiii

    RispondiElimina