giovedì 12 settembre 2013

La piadina, con la P minuscola, che sfida i giudizi degli esperti e che appaga il mio sogno domenicale

C'è un giorno, la domenica, in cui dedico alla cena gli sfizi repressi durante tutta la settimana. Generalmente mi concedo una piadina, o talvolta altro, ma pur sempre un lievitato o affine. E c'è una linea sottile che separa una piadina da una Piadina. La mia, chiarisco, è una piadina. Modesta, interpretata, lontana dal sapore autentico, realizzata da mani non certo esperte e studiata da una mente per niente cultrice della vera Piadina. Ma per me è una piadina. E se il risultato non è quello di una Piadina.... è solo perché scelgo ingredienti salutari e genuini. Ma per me.... arrotolata, piegata in due, tagliata o addentata, con quel cuore filante e calda di piastra è una piadina da fine del mondo!!! ^_^
Ovviamente ho voluto provare una variante rispetto a quella già proposta qui. Sul risultato non ho altro da aggiungere.... il mio palato ha apprezzato, il mio stomaco ha ben gradito e il mio cuore ha sorriso. Per me è tutto.

Ingredienti

Per la piadina
75 g di farina di manitoba 00
40 g di farina integrale (direttamente dal mulino)
60 g di latte di avena tiepido
15 g di olio evo
1 g di bicarbonato di sodio
1 pizzico di sale

Per la farcitura
1 mozzarella (io light)
4 fettine di prosciutto crudo

Setacciate e mescolate le farine, il bicarbonato di sodio e il sale. Aggiungete poco alla volta il latte di avena caldo, impastando con le mani, e l'olio. Lavorate bene la pasta fino a formare un panetto compatto. Dategli la forma di una sfera, avvolgetelo in una pellicola trasparente e lasciatela riposare per un'ora circa.
Prendete l'impasto, dividetelo in due e iniziate a stendere la prima metà, su una spianatoia infarinata, aiutandovi con un mattarello. Formate una sfoglia circolare dello spessore di un paio di millimetri.
Scaldate una piastra per piadine sul fuoco e, quando sarà in temperatura, posate sopra la sfoglia. Cuocetela per un paio di minuti per parte, bucherellandola per evitare che faccia bolle.
Nel frattempo tagliate la mozzarella a fettine sottili e disponetene metà su una parte della piadina ancora in cottura. Ricopritela con il prosciutto crudo, piegate in due la piadina stessa, lasciate che scaldi bene il ripieno e trasferitela in un piatto, pronta per essere mangiata.
Preparate,quindi, la seconda sfoglia e procedete con la cottura.
Potrete chiudere la piadina piegandola in tre o arrotolandola, secondo il vostro gusto. Di certo il sapore non cambierà  la sua fragranza riempirà la tavola e..... l'anima!!

Lavorate la sfoglia secondo il vostro gusto: se vi piace più sottile dividetela in 3 o in 4 parti e procedete alla stessa lavorazione. Rammentate che, cuocendo, tende a gonfiarsi leggermente.

La mia settimana termina alla grande, con una cena così! Con tante scuse ai romagnoli per l'audacia. L'originale rimane la vostra splendida e deliziosa Piadina. Insostituibile, ininterpretabile, unica e magica Piadina, che amo con tutta me stessa ^_^

42 commenti:

  1. Non conoscola ricotta originale ma la tua sembra buonissima *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ La ricetta originale prevede lo strutto, a cui proprio non riesco ad avvicinarmi, ahahahahahahah!!
      Un abbraccio Fra, grazie!

      Elimina
  2. Una sana piadina. Da far invidia all'altra Piadina e da mangiare con meno senso di colpa.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah, mettiamola così. E poi l'importante è che soddisfi chi la gusta.... e questo accade! ^_^
      Grazie Leo!!

      Elimina
  3. Che piadina golosa!
    ti seguo...
    saluti
    Su

    RispondiElimina
  4. BUONA!!!!! bravissima questa ricetta è supergolosa!! grande Erica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE!!! Mia cara Angel è un piacere averti anche tra i followers della pagina di fb! Grazie davvero ^_^

      Elimina
  5. Un capolavoro!! Con il latte d'avena...!! Io ti adoro, amica mia.. hai creato la Piadina maiuscolissima, altrochè! TVTTTTB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Sei adorabilissima anche tu, dolce creature. Grazie!!!
      Il latte vaccino l'ho eliminato da molto nella mia alimentazione ^_^

      Elimina
  6. Cara Erica la tua piadina non ha niente da invidiare all'originale anzi penso che sia meglio bravissima !!!!!!
    Anche questa ricetta finisce nel mio elenco di ricette preferite !!!!!
    Un caro saluto ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, Nadia, queste parole mi lusingano!! Grazie infinite ^_^

      Elimina
  7. Booona! Sana e molto invitante.
    Ciao!

    RispondiElimina
  8. anch'io a volte la faccio da me, se mi prende la voglia e non la ho. non verrà perfetta (anche perchè lesino sempre sulla quantità di farina! "^_^) ma rimango sempre piuttosto soddisfatta, perchè, come dici tu, quando il cuore sorride...è già tutto.
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Millemila sorrisi tutti per te, dolcezza!

      Elimina
  9. Piacciono molto anche a me. Non saranno le originali, ma va benissimo lo stesso. L'importante è che siano buone!

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Fabio, palato soddisfatto... ricetta approvata!! Ahahahahah
      Ben trovati e complimenti, siete fantastici!

      Elimina
  10. non è una piadina tradizionale ma certamente molto invitante!
    bravissima!
    Linda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Linda, effettivamente la mia idea di cucina è quella di accostare sapore e genuinità. Molti ingredienti non li uso per scelta, ma proprio per questo avviso che "non si tratta della versione originale"! ; )
      Grazie ancora, un abbraccio.

      Elimina
  11. Non è possibile!! Non sono ancora riuscita a provare la tua focaccia e adesso mi metti sotto gli occhi anche questa magnifica piadina!!!!! :))))
    Ma perchè ho così poco tempo???? Aiutoooo!!!!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Non ti dico come cucino (e come mangio) io!!!!! Adesso, ad esempio, con una mano faccio un... esperimento ^_^..... e con l'altra sistemo casa prima di andare al lavoro!!

      Elimina
  12. sembra buonissima!anche io la faccio circa così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Aria???? ^_^ Meraviglioso.....
      Un abbraccio

      Elimina
  13. Posso definire questa Piadina (sì, per me questa va assolutamente con la P maiuscola)perfetta?
    E lo sai che allo strutto non mi avvicino nemmeno io? Mi inquieta un po'...:)
    Un abbraccio grandissimo, Erica!
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. : * Un bacione immenso cara MG. Divido con te con immenso piacere questa prelibatezza!

      Elimina
  14. Oh mamma che signora piadina hai fatto Erica! Mi inchino dinnanzi a cotanta bontà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ mi fai arrossire, Luna!!!! Grazie davvero ; )

      Elimina
  15. Anche io uso latte (non d'avena però) e olio e.v.o., con la farina integrale non l'ho mai provata, mi hai incuriosito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io metto l'integrale ovunque, ahahahahah... E' un mio stile di vita. Provaci, poi mi fai sapere! Un abbraccio

      Elimina
  16. Una vera bontà!!!!! Con una piadina così non c'è che da leccarsi i baffi!!!
    Devo assolutamente provarla.
    Un abbraccio forte forte e felice serata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me la sono gustata veramente, Elena ; ) Provala veramente, non te ne pentirai!
      A te un buon inizio di giornata, cara!

      Elimina
  17. io ne sono dipendente... ottime fatte in casa, bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io cerco di contenere le mie dipendenze, perché sarebbero infinite, ahahahahah... e la piadina sarebbe una di queste!! Beh, allora il tuo è un apprezzamento che vale il doppio! ^_^
      Un abbraccio, a presto

      Elimina
  18. ahh...questa la devo fare! mio marito l'ha vista e la vuole assolutamente! complimenti anche da lui! un bacio e buon week!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio questo sì che è un successo! Ahahahahah.... Grazie Annalisa e grazie anche a tuo marito ^_^ Sono davvero onorata di questo parere...

      Elimina
  19. Ciao cara,
    io sono romagnola ed è vero, la Piadina non è proprio così, ma dall'aspetto anche la tua non ha niente da invidiare alla nostra, mi sembra proprio buonissimissima!!!
    Brava brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Woww, potrei svenire di fronte ad un commento così. Davvero lusingata!! Certo so che se volessi mangiare la vera piadina non potrei ricorrere a queste preparazioni, ma il mio concetto di "piadina" è stato assolutamente interpretato e.... apprezzato ^_^
      Grazie ancora, un abbraccio!

      Elimina
  20. Tesoro, io che non sono amante della piadina tradizionale non posso che apprezzare questa tua interpretazione sana..anzi non vedo l'ora di provarla..grazie x regalarci sempre queste splendide e salutari ricette ^_^
    Buon we
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia vita è salutare, zietta, per cui non posso che proporre ciò di cui ogni giorno mi nutro. Mi fa molto piacere che ti piaccia questa versione di un piatto che non ami particolarmente. E' un po' come fosse un doppio complimento ^_^
      Buon weekend anche a te dolcezza, un abbraccio!

      Elimina