venerdì 8 novembre 2013

Focaccine dolci alle castagne con mele e semi di girasole: l'attesa che diventa trionfo

Finalmente ce l'ho fatta: ho trovato la farina di castagne!!!!!!! Sembrerà una follia, ma ho ancora in testa il suono delle parole del commesso, Marco, del negozio bio di fiducia. Dicevano così: "In realtà manca da molti mesi, da quando sono finite le scorte della stagione passata. Adesso dovremo aspettare la macinatura delle nuove castagne. Del resto, essendo un prodotto biologico, rispetta e segue le stagionalità. Dovremo aspettare ancora un po'". Ecco, il mio mantra: se vuoi che sia bio, attendi la naturale evoluzione delle stagioni. Chiedo scusa a Marco, ai suoi colleghi e agli acari del mio negozio di fiducia, ma mi trovavo tra gli scaffali di un altro negozio quando..... illuminazione!!!!!! Il mio bel sacchetto di farina di castagne troneggiava nel carrello e saltellava nella borsa di juta, trepidante per l'attesa di entrare in dispensa. In realtà la dispensa non ha neanche fatto in tempo a vederla. Già, tanto era il desiderio che..... magia!!!! Preparatevi, non aspettavo altro! ^_^

Ingredienti

65 g di farina di segale Jurmano
90 g di farina di Manitoba
45 g di farina di castagne
5 g di lievito madre secco (io Antico Molino Rosso)
2 g di malto d'orzo (io Antico Molino Rosso)
130 g di latte di avena
40 g di malto di riso
10 g di burro vegetale salato (questa versione)
1/2 mela
15 g di semi di girasole
10 g di zucchero di canna Demerara

Setacciate le farine (mi raccomando, la farina di castagne tende a formare grumi, in conservazione nel sacchetto, e questo passaggio è fondamentale per facilitare la lavorazione e dare una resa migliore all'impasto). Aggiungete il lievito e il malto e mescolate.
Fate sciogliere il malto di riso nel latte leggermente intiepidito e iniziate ad unire la farina, poco alla volta, impastando. Aggiungete il burro vegetale e lavorate fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Trasferite il panetto appena ottenuto in una terrina di vetro e copritela con un foglio di pellicola trasparente. Lasciatelo lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio del volume (per me 4 ore e mezzo).
Riprendete l'impasto, dividetelo in otto parti su una spianatoia infarinata e lavorate ciscun pezzo, in modo da formare una pallina.
Date quindi, a ciascuna pallina, la forma di una pizzetta, di diametro di circa 15 cm, ponetele su una placca rivestita da carta forno e lasciatele lievitare ancora per un'ora e mezza, sempre in un luogo tiepido (io mi servo del forno spento).
Trascorso il tempo della lievitazione mescolate lo zucchero di canna con i semi di girasole. Riprendete le pizzette, ora gonfie di lievitazione, esistemate, su ciascuna di queste, un cucchiaino del mix ottenuto.
Sbucciate la mela, togliete il torsolo e tagliatela a fettine molto sottili. Posizionate quattro fettine su ogni pizzetta, in modo da ricoprirla interamente.
Portate il forno in temperatura e cuocete, a 180°, per 15 minuti.
Controllate che non brucino e che cuociano rimanendo belle soffici.
Sfornatele e lasciatele intiepidire.

Procedete, quindi, all'assaggio.
Io le ho congelate e le assaporo belle calde al mattino, per colazione. E' una preparazione che permette questo tipo di conservazione, per cui..... pizzette a gogò!!!

62 commenti:

  1. sublimi Erica!!! Una domanda..ho notato che utilizzi sempre il latte d'avena...quali differenze hai riscontrato rispetto a quello di riso o kamut? ...è una curiosità :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo trovo più corposo rispetto al latte di riso. Quello di kamut non lo considero neanche, perché il kamut non è il grano, ma il nome della multinazionale che lo produce e lo commercializza. E il latte di khorasan non lo trovo. Ho provato anche con il latte di soia ma non mi piace. Insomma, è l'unico che riesco ad utilizzare sia nelle preparazioni dolci che in quelle salate. Solo nei dolci utilizzo, eventualmente, latte di riso vanigliato oppure bevande di soia al cioccolato. Diversamente con quello di avena mi trovo benissimo ^_^
      Mi fa molto piacere questa domanda Flavia. Grazie!!

      Elimina
  2. Ciao!!! Ottimo impiego della farina di castagne, anch'io la adoro! ^_^

    RispondiElimina
  3. Immagino la farina di castagne finita in un battibaleno, manco il tempo di rendersi conto che aveva cambiato scaffali :) Ma hai sfornato una vera delizia e hai fatto benissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah, in realtà non è ancora finita, ma solo perché il tempo non mi permette di sfornare grandi cose. Però confesso che di idee ne ho parecchie, in testa ^_^
      Grazie Paola, un abbraccio!

      Elimina
  4. come mi incuriosiscono queste focaccine..adoro l'aroma dell'avena..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace molto e utilizzo l'avena nelle diverse forme: fiocchi, crusca, latte, panna, ecc. In questo caso domina il sapore della castagna e della mela. Ma sono buonissime ugualmente ^_^
      Grazie Pippi

      Elimina
  5. Bellissima ricetta, soprattutto ben spiegata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo mi fa molto piacere. Ah, dimenticavo.... benvenuta mia cara!!!! ^_^

      Elimina
  6. sono davvero squisite!! complimenti cara Erica!! un bacione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angelica. Sia mai che, prima o poi, li combini con della pasta e ne faccia un dolce....
      Un bacione anche a te!!

      Elimina
  7. Ha ragione il tuo "commesso bio". Adesso si cominciano a far seccare le castagne per poi farne farina. Questa sarà saporita e profumata. Dovrai ripetere queste focaccine con la farina di stagione e vedrai che il sapore sarà ancora più squisito!
    Bellissime e che bella lievitazione così alveolata.
    Un abbraccio
    Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, immagino. Vorrei davvero provare la differenza delle due. Non appena la troverò sui loro scaffali la prenderò e la proverò. Grazie Leo, ho lasciato che il poco lievito avesse il tempo di far gonfiare bene l'impasto e quando dedichi amore ai lievitati, i lievitati ti ripagano così ^_^ E poi sentissi che croccante fuori, ahahahahahahah
      Un abbraccio stretto!!!!!!

      Elimina
  8. Sempre più brava la mia bella!! :-) Mi hai fatto venire fame però... Adesso come faccio!?!?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te ne lancio una? Ahahahahahahah
      Grazie Fede, un abbraccio enorme!! : *

      Elimina
  9. Che originali Erica!! Devono essere una vera delizia!! Mi metti sempre una curiosità con le tue preparazioni che non hai idea!!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace un sacco giocare con gli ingredienti e studiare accostamenti insoliti (per me, ma guarda che non credo di aver scoperto proprio niente di nuoco, ahahhaahah!!). Ti ringrazio Silvia, mi fa piacere quando la mia curiosità genera interesse. Grazie davvero, un abbraccio!! : )

      Elimina
  10. E brava la mia Erica che ha trovato la farina di castagne!!!!!!Adesso sono sicura che ne uscira' anche un qualcosa di salato...vero???!!!Io aspetto ........un bacione!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Un'idea già ce l'ho, ahahahahahahahah
      Un bacione dolcezza!

      Elimina
  11. senza parole...Erica mi piacciono da morire queste focaccine!un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dolce che sei!! Grazie Claudia. Un abbraccio grande!

      Elimina
  12. Buonissime queste focaccine, con l'aggiunta delle mele le hai rese ancora piu' golose....bravissima!!!!
    Bacioni, buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dirla tutta è ciò che si nasconde sotto le mele a renderle golose e curiose ^_^
      Grazie Ely, un abbraccio

      Elimina
  13. hai fatto benissimoooo
    ahahahahah
    baciuzzi
    Cla

    RispondiElimina
  14. Anch'io l'ho comprata oggi...al super...al negozio di cibi biologici non c'era traccia...
    Queste focaccine hanno un'aria ottima!
    Adesso mi do da fare!!!
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Ma per me sarà un temporeggiare, perché vorrei proprio assaggiare quella novella del negozio bio ^_^
      Buon lavoro, allora!!! ; )
      E buon weekend

      Elimina
  15. L'aspetto è molto invitante mi piace il colore bruno dell'impasto.

    RispondiElimina
  16. anche queste penso proprio che mi piacerebbero un sacco..mi danno l'idea di non esser molto dolci o anzi, "naturalmente" dolci, cosa che io apprezzo decisamente! anche il formato inusuale per un dolcetto m'intriga molto, ci piacciono le cose rustichelle! ;)
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa dire Lucrezia? Il dolce naturale e senza eccessi lo preferisco di gran lunga agli artifici stucchevoli, le cose strane e inusuali sono il pane per i miei denti e i sapori rustici sono il mio miglior carburante di vita...... Hai fatto centro!! ^_^
      Un abbraccio grande, tesoro. Buon weekend.

      Elimina
  17. ma che meraviglia, non avevo pensato di abbinare le mele alla farina di castagne, bella idea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sentissi come ci stanno bene!!!!! ^_^
      Grazie, un abbraccio.

      Elimina
  18. Sono bellisime!!! la combinazione di queste 3 farine è geniale!!!! bravissima! ciao e buon week!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mix di farine???? Eccomi!!!! Presente ^_^ Sai che adoro cimentarmi e sperimentare questi intrugli ; )
      Un abbraccio cara, grazie! Buon weekend.

      Elimina
  19. Ma che accoppiata intrigante la farina di castagne e le mele....deve essere un sapore davvero avvolgente!! Bisogna che mi decida anche io a usare questa farina per qualcosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti avverto, potresti non guarire più, ahahahahahahah!!
      Grazie Simona, è davvero un'ottima farina. Un abbraccio, buon weekend.

      Elimina
  20. Non ho mai fatto lievitati con la farina di castagne, mi chiedevo che risultato se ne potesse avere e temevo che venisse un dolce "pesante"...mi sbagliavo!! Guarda lì che bella lievitazione e che bell'interno alveolato bravissima!! ..ora devo trovare la farina di castagne :D
    Bacioni, ciao bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho miscelata con altre farine apposta. Quella di castagne è una farina che assorbe molta acqua: sono sicura che la lievitazione, se ben curata, verrebbe comunque, ma usandola pura credo ne risentirebbe l'alveolatura. Ma sai.... ci proverò!! ^_^
      Grazie Sandra, un abbraccio e buon weekend.

      Elimina
  21. ahahah...anch'io quando desidero qualcosa non so aspettare e con impazienza trovo sempre il modo di ottenerlo :-P Ma devo dire che hai fatto proprio bene, queste pizzette dolci non potevano attendere oltre! Colazione sana e gustosa :-D
    Brava Erica e buon we
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo due inguaribili bambinone ^_^ ma a noi "ci piace" così, ahahahahahahah!!
      Grazie dolcissima zietta. Ti stritolo di abbracci e ti auguro un buon weekend. Attendo di leggere come sarà trascorso ^_^

      Elimina
  22. Eeehhh ma queste sono coccole, altro che focaccine! ^-^ E' un piacere conoscere il tuo blog, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un piacere mio averti qui ^_^
      Grazie, a presto!!

      Elimina
  23. ma che bellezza! belle, buone, soffici, genuine... complimenti, fantastiche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello averti qui Sabry!!!! Grazie, un abbraccio

      Elimina
  24. queste focaccine sono delle piccole coccole...fantastiche!
    buona domenica
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice, buona domenica anche a te ^_^

      Elimina
  25. Complimenti cara Erica è veramente interessante questa tua ricetta! Piena di ingredienti intriganti... io poche volte faccio i lievitati però quest'inverno voglio decisamente dedicarmici. Magari provo questa tua ricetta. Buona serata :-) Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu una mia ricetta? Ma quale onore, Sandra!!!!!
      Grazie infinite, un abbraccio ^_^

      Elimina
  26. Va beh va! Dopo che hai fatto queste focaccine sei perdonata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per aver tradito il mio negozio di fiducia? : /
      ^_^ Buona domenica Silvia!!

      Elimina
  27. Hai fatto benissimo ad usare subito la farina di castagne, il risultato è magnifico, le tue focaccine sono golosissime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gabry!! Un abbraccio grande e ancora buona domenica!

      Elimina
  28. Meravigliose! Ma ormai ogni aggettivo che dedico alle tue realizzazioni non mi sembra sufficientemente adeguato! Ti ringrazio, Erica per le informazioni sul latte d'avena che ho letto nel tuo commento di risposta a Flavia. stavo giusto pensando ad un latte sostitutivo a quello vaccino e mi trovavo in difficoltà. Come sempre mi illumini!
    Un abbraccio stritoloso!!! ;)
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te ^_^ come sempre!!
      La scelta del latte d'avena è per gusti personali, ma ti consiglierei di provarlo ^_*
      Un abbraccione dolcezza mia e buon inizio di settimana!

      Elimina
  29. Le tue focaccine sono fantastiche!!!
    Tanti tanti baci e ti auguro una felicissima settimana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, felice settimana anche a te ^_^

      Elimina
  30. devo SUBITO comprare la farina di castagne!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so proprio come tu possa ancora farne a meno ^_^
      Ti abbraccio gioia mia.

      Elimina
  31. Tesoro.. che bello quando finalmente si trova l'oggetto del desiderio e ci si mette subito con le mani in pasta, eh? ^_^ Queste focaccine sono una delizia, devo essere buone buone buone... l'abbinamento farina di castagne - mela mi piace tanto e proverò! ;) Un abbraccio forte, buon inizio settimana :) <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella che sei, gioia mia. Hai ragione, è come se dentro si sentisse quella scintilla di felicità inarrestabile ^_^
      Un abbraccio forte anche a te, buon lunedì ^_^

      Elimina