lunedì 11 novembre 2013

Vellutata di zucca e castagne con croccante di nocciole e castagne alla paprika

"Oggi ho mangiato una vellutata di zucca e castagne", così ha esordito Federica. Incuriosita da quell'insolito accostamento che parla d'autunno all'ennesima potenza, le ho chiesto chiarimenti. "Hai presente il banco della verdura? Ecco, lì accanto ci sono le zuppe e minestre....". Tempo zero ero accanto a quel banco per sbirciare le minestre in questione e cercare lei, proprio quella che aveva deliziato la mia collega e che mi aveva incuriosito all'istante. La trovo. Leggo. Naaaaaaaaaa, ma quanta roba c'è qui dentro???????? A me piacciono sapori più semplici!! Ovviamente MAI avrei comprato quella vellutata (non volermene Fede), neanche per la curiosità di sapere come fosse il sapore. A me è bastato l'input che è servito a scatenare la miriade di lucine che si sono accese in testa. Il piatto è nato all'istante. Semplice, ricco, saporito e avvincente. Folgorata. Morbido, avvolgente, con quella croccantezza irresistibile. Un capolavoro!!

Ingredienti

500 g di zucca pulita (peso a crudo)
15 castagne
1/2 cucchiaino di pistilli di zafferano
100 ml di acqua + q.b.
10 g di nocciole
10 ml di olio evo
sale
noce moscata
paprika dolce

Mettete in acqua dieci castagne e mettetele sul fuoco. Dal momento in cui l'acqua inizierà a bollire, fatele cuocere per 30 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.
Prendete la zucca e tagliatela a dadini: più li farete grossi e più tempo ci metteranno a cuocere. Mettete la dadolata ottenuta in una casseruola, aggiungete i 100 ml di acqua, salate leggermente (non molto, mi taccomando, perché l'acqua evaporerà) e fate cuocere a fuoco moderato, fino al bollore, e a fiamma bassa, in seguito.
Quando inizierà a bollire aggiungete i pistilli di zafferano e continuate la cottura.
Sbucciate ora le castagne che avete fatto bollire. Liberatele dalle loro pellicine, in modo che siano perfettamente pulite.
Sbriciolatele leggermente ed unitele alla zucca, in cottura. Mescolate e lasciate che insaporiscano per qualche minuto, lasciando sempre la fiamma bassa.
Aggiungete noce moscata a piacere e spegnete il fuoco. Passate il tutto con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema liscia e vellutata. Mantenetela al caldo, coprendola con un coperchio.
Sbucciate le cinque castagne crude che sono rimaste, tagliatele a dadini e unitele alle nocciole frantumate grossolanamente. Scaldate un filo d'olio in padella e, quando sarà ben caldo, versate il mix di castagne e nocciole. Salate e cospargete con paprika dolce a piacere e fate saltare a fiamma viva il tutto, fino a quando saranno croccanti e tostate.
Versate, quindi, la vellutata nel piatto e scospargetela con il croccante di nocciole e castagne. Servite fumante e lasciatevi conquistare.
Croccante, mobido, delicato, saporito. Contrasti che lasciano il segno.



46 commenti:

  1. così non vale!!! mi fai venir voglia di vellutata già alle 8.30 del mattino!!! Se mi chiedessero di scegliere un piatto in rappresentanza della stagione Autunno sceglierei senza alcun dubbio questo!!! Buon inizio settimana :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che cosa bella, mi hai scritto!!!! Ne sono onoratissima!!!!! Grazie Flavia ^_^
      Buon inizio di settimana anche a te!

      Elimina
  2. Una vera delizia Erica!! Bravissima :-)!!

    RispondiElimina
  3. Zucca e castagne un connubio che amo tanto e la tua vellutata deve essere proprio saporita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quel croccante che dà il tocco di classe. Ma i sapori di zucca e castagne sono eccezionali.
      Grazie Enrica, un abbraccio.

      Elimina
  4. Ciao Erica, l'aspetto è davvero gustoso, zucca e castagne è sempre un bel mangiare, quel croccantino dato dalle nocciole ci sta divinamente bene!!! Brava!!!
    Bacioni, buona giornata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..... e le castagne crude, con le nocciole, sono favolose!!
      Grazie Ely, un abbraccio!!

      Elimina
  5. Fantastica questa vellutata! hai rielaborato un piatto semplice con croccanti e saporite aggiunte! Diventa una ricetta davvero da gurmet e molto molto più confort!
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' eccezionale, ragazze! Un piatto semplice, ma perfettamente bilanziato. Grazie per il vostro pensiero, mi fa sempre molto piacere!!
      Un abbraccio grande

      Elimina
  6. Meravigliosa!! Non ho mai provato zucca e castagne ma appena ho letto il titolo del post mi si è acceso tutto pure a me!!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahahahah..... grande Silvia!! E' una sensazione pazzesca, vero? ^_*
      Un abbraccio, buona giornata

      Elimina
  7. Complimenti Erica!! la tua ricetta è molto interessante e gustosa!! un abbraccione e buon inizio settimana! :)

    RispondiElimina
  8. Wow che meraviglia, gustosissimo! Felice settimana! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria e benvenuta!!!! E' un vero piacere per me ^_^

      Elimina
  9. da tuffarci il cucchiaio solo a guardarla!! che ingredienti meravigliosi che consistenza avvolgente... con una zuppa così il lunedì può sorridere! grazie Erica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se riesco anche a far sorridere il lunedì, cosa poter chiedere di più????
      Buon inizio di settimana tesoro!!

      Elimina
  10. Che buono!! Sa di autunno e di semplicità! viva le cose pensate e fatte da noi!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dirlo Sabrina!! E difendiamole a denti stretti! ^_*
      Un abbraccio e grazie.

      Elimina
  11. E difatti t'è venuta fuori una ricetta proprio niente male!!!!! baci e buon lunedì ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia ^_^ La magia delle cose semplici!!
      Un abbraccio, buon pomeriggio

      Elimina
  12. E' un'accostamento che intriga parecchio! interessante!!!!brava!

    RispondiElimina
  13. Sei troppo forte ed hai fatto benissimo, preparata in casa è molto meglio!!!!!!
    Ho preso la ricetta, mi piace da impazzire!!!
    Complimenti cara, un bacio e buona settimana!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu prendi una ricetta da me???? Mamma mia, dev'essere la mia giornata fortunata!! ^_^
      Un abbraccio Lory, grazie!!

      Elimina
  14. Decisamente la tua vellutata oltre ad essere più sana, sarà più gustosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per dirlo avrei dovuto assaggiare anche l'altra, ma la mia mi è piaciuta al punto da non voler assaggiare l'altra. Vivrò senza sapere quale sia la migliore, ma con la consapevolezza di aver fatto un buon lavoro ^_^

      Elimina
  15. Un bel lavoro ma ne è valsa la pensa sicuramente, un tripudio di sapori e di colori..davvero complimenti e buona settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!!!!!! Quando si appagano i palati, nessun lavoro è sprecato!! Un abbraccio ^_^

      Elimina
  16. Beh, quell'altra farebbero meglio a ritirarla dal mercato, ora che abbiamo la versione di un genio!!!
    La farò sicuramente. Voglio vedere se ci sarà qualcuno che mi snobberà ancora la vellutata...mi supplicheranno in ginocchio di prepararla ogni giorno!!! :)
    Un abbraccione immenso, tesoro!
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahah, grande MG!! Allora fai così: preparala un sabato, a pranzo, quando ci sarò anche io. Perché stavo pensando che..... ^_^ Già questo? O il prossimo?

      Elimina
  17. Fantastica, semplicemente fantastica! Tu e la vellutata....io faccio come te, prendo spunto e pastrocchio con le materie prime in cucina..ma che soddisfazione??? Soprattutto quando si ottengono questi risultati!
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo dubbi che tu fossi creativa.....
      Grazie zietta, sei adorabile ^_^

      Elimina
  18. meravigliosa, originale, squisita ...una vellutata a 5 stelle!!!!!!!!!!!!!!!!
    questa te la copio subito !
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che carina!!!! Grazie Alice ^_^
      Un bacione

      Elimina
  19. una favola! Altro che storie confezionate
    :*
    Cla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Storie confezionate? Tsé, lasciamole ai pecoroni ; )
      Un bacio tesoro!!

      Elimina
  20. Non servono molte parole: la amo. La voglio fare da un po', ma sai che sto trovando solo zucche insipide?? :( devo aspettare quella giusta, questa me la voglio proprio G-O-D-E-R-E!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma davvero? Io invece ho preso questa grande zucca a km 0 ed è buonissima. Vedrai che riuscirai a trovare la tua regina e ne farai capolavori.
      Un abbraccio Lucrezia, buona giornata

      Elimina
  21. Una crema fantastica!
    Sei un vulcano in eruzione Erica!

    RispondiElimina
  22. finalmente ho avuto il tempo di curiosare per bene nel tuo blog.abbiamo diverse cose in comune.anch'io sono una sportiva da sempre (ora pratico arti marziali, pilates e in inverno snowboard), ho avuto la possibikità di viaggiare e continuo a farlo (anzi, magari ti chiederò qualche consiglio in merito), leggo tantissimo e naturalmente amo cucinare.mi piacciono le tu ricette, magari prenderò spunto rileggendole in chiave vegana.una curiosità...chi è il cantante rock che ti accompagna da quando sei piccola con la sua voce?io mio è jim morrison (lo ascolto da quando avevo 13 anni).poi è arrivato kurt cobain, il mio secondo mito.bella questa vellutata.
    buona giornata,
    valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto grazie per il tempo che mi hai dedicato. Mi rende veramente felice.
      Io gioco in casa: sono accanita fan della Nannini, da quando ancora non lo sapevo ^_^
      Bellissimo avere così tanti punti in comune. Io sono una presenza fissa della palestra che frequento e stupisco gli uomini perché sono una delle pochissime donne (forse l'unica?) che lavora su bilanceri, attrezzi e quant'altro. Corro, corro, corro: ora il lungo, ora il tempo, ora le salite, ora le gradinate. Ho sfogato sullo sport tutto quello che non ho più avuto con la danza, che ho dovuto lasciare dopo 10 anni. Scio (o meglio, sciavo fino a quando un problema di geloni ha inibito l'utilizzo dei miei piedi a temperature inferiori ai 10 gradi ^_^). Pilates l'ho provato e mi piace molto, ma non riesco a sacrificare il tempo che dedico allo sport per dedicarmi in pieno a questa disciplina. E altro tempo non ne ho ^_^
      Ultimamente non riesco più a leggere, seppur la cosa mi manchi da morire. L'unico momento, pre sonno, dedicato alla lettura lo concentro su riviste in inglese. Perché conoscere sempre cose nuove è condizione essenziale per la mia esistenza.
      Mi sto accostando al veganesimo in maniera molto cauta, ma credo che difficilmente riuscirò a fare mio questo stile di vita. Lo rispetto e lo condivido, ma non riesco ancora a farlo totalmente mio.
      E poi mi piace condividere: che sia una parola, che sia un pensiero, che sia un'idea. E ti ringrazio ancora per essere arrivata qui e per avermi dato qualcosa di te, e aver preso qualcosa di me.
      Un abbraccio grande, buona giornata.

      Elimina
    2. io attualmente ho il crociato anteriore del ginocchio lesionato completamente (ma non mi sono fatta operare), e correre purtroppo non è proprio il massimo.anche se mi piace.per quanto riguarda il veganesimo, c'è chi ci artiva in modo graduale, chi da un giorno all'altro.ci deve essere quel qualcosa dentro di te, che ti dà la spinta per cominciare.nel mio caso era un periodo abbastanza brutto della mia vita, ho visto earthling (che ti consiglio di guardare) e lì è iniziato il mio percorso.avevo inoltre frequentato uno stage di kung fu dai monaci shaolin, i quali sono tutti vegan.da loro ho imparato che le proteine animali rallentano il circolo dell'energia e creano degli squilibri.soprattutto a noi che abbiamo sempre fatto sport, ci hanno inculcato che le proteine animali sono indispensabili per i muscoli.con loro, e documentandomi in modo approfondito poi, ho scoperto che non è assolutamente così.ho riflettuto sul fatto che un muscolo forte non è un muscolo gonfio, e se loro che sono i combattenti in assoluto più agili e potenti nel mondo delle arti marziali, sono vegan...ci sarà pure un motivo.così ho eliminato tutti i derivati animali.la mattina bevo un grande bicchiere di succo di frutta che mi faccio col mio estrattore di succhi (che non è la centrifuga) e qualche bacca di goji o due datteri dopo un paio d'ore.poi sempre insalata cruda prima di iniziare il pasto ed alterno carboidrati e proteine.gli esami del sangue sono perfetti, non ho più avuto difficoltà digestive che prima ogni tanto avevo (avevo il reflusso gastroesofageo), non ho più un brufolo, la mia pelle è idratata senza creme.ho quasi 40 anni, e me ne danno molto meno.sport, alimentazione giusta e qi gong (una forma di meditazione in movimento), sono la chiave del benessere (anche mentale).

      Elimina
    3. Che meraviglia Valentina. La mia filosofia di vita tende a documentarmi sempre, ad apprendere cose nuove per avvicinarmi alla cura naturale del mio corpo. Grazie a mio fratello (vegano) ho appreso molte cose e molte altre le sto conoscendo. Il periodo della vita in cui mi trovo è molto difficile, anche se il pensiero ottimistico mi aiuta a cercare stimoli in tutto. Sport e alimentazione sono fondamentali per me. Seppur mi serva ancora di proteine animali (nonostante la carne non la mangi spesso), la mia alimentazione è sana, senza pasticci e regolare (nei limiti, a causa del lavoro).
      Ti ringrazio infinitamente per queste parole e per il tuo racconto di vita. Devi essere una persona molto bella e da oggi ti seguirò con una consapevolezza in più. Grazie per quello che dai quotidianamente attraverso la tua arte culinaria e grazie per lo spazio in cui io sono stata la diretta destinataria del tuo pensiero.
      Ti abbraccio e sorrido ^_^

      Elimina