mercoledì 19 giugno 2013

Farfalle ai porcini: il volo che si eleva da un fiorellone e che sa stupire

La cucina del qui non si butta via niente e del da un ritaglio può nascere un grande piatto sta per andare in scena. Sì, perché il giorno in cui preparai i fiorelloni dal cuore filante mi rimase un po' di pasta fresca. Quantità minima, ma per me più che abbondante. Sembrava quasi che fosse rimasta per chiedermi di sperimentare qualche formato diverso dal solito tagliolino, pappardella, spaghetto o quant'altro. E credete che mi sarei mai potuta tirare indietro? Una pazza che tira uno spaghettone alla volta (qui), o che arriccia uno ad uno degli strozzapreti (qui), potrà mai rinunciare ad una sfida del genere? Così ho iniziato a preparare queste farfalle fresche. Sì, avete capito bene.... sono freschissime farfalle di semola. Chiamatela anche cucina del riciclo...

Ingredienti

1 sfoglia di pasta fresca di semola (qui)
2 funghi porcini
1 bustina di zafferano
olio evo
sale

Inizio con dirvi che con le dosi della pasta che trovate sulla ricetta dei fiorelloni mi sono venuti 12 ravioli piuttosto grandi e una porzione di farfalle. Regolatevi, quindi, per le vostre porzioni!
Stendete bene la sfoglia, che sia spessa non più di un millimetro. Con una rotella tagliapasta dentato ricavate delle lunghe strisce, larghe circa 4 cm. Utilizzando, ora, una rotella liscia, dividete le strisce in tanti rettangoli alti un paio di centimetri.
Pizzicate l'impasto di ciascun rettangolo al centro, ricavandone tante farfalle.
Occupatevi ora del condimento. Pulite i funghi porcini, tagliateli a spicchi lunghi e fateli rosolare in padella con un filo di olio evo. Salateli e cuoceteli a fiamma moderata per circa 15 minuti. Sciogliete in un po' di acqua (io ho utilizzato l'acqua di cottura della pasta mentre arrivava a bollore) lo zafferano, unitelo ai porcini e mescolate delicatamente.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata per 4 minuti circa (assaggiatela, perché il tempo di cottura dipenderà dallo spessore della sfoglia). Scolatela senza asciugarla troppo dall'acqua di cottura e versatela nella padella con i funghi.
Saltatela per un minuto a fiamma viva e servite.
Ora ditemi: lo definireste mai un piatto di riciclo?

12 commenti:

  1. belliiiiiiiiiiiiiiiiiii!! io per i funghi passo ma saprei a chi proporlo un piatto così chic!! baciiiiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehh lo so che non ami i funghi.... ti prometto che il prossimo piatto avrà un condimento di tuo gradimento!! ; )

      Elimina
  2. Eccomi qui, un momentino tra una faccenda e l'altra. Io sono una grande raccoglitrice di porcini ed in agosto, in Austria, sarà il mio passatempo preferito, li abbinerò ad un volo di farfalle, come questo. Un bacio con super-schiocco :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Woww.... mi viene da proporti: io ci metto le farfalle, tu ci metti i porcini? Ahahahahahah... Un abbraccio mia cara!!

      Elimina
    2. Aspetta che prendo fiato...... ahahahahahahah

      Elimina
  3. wow che belle e che gusto *.* bravissima! ci vorrebbero proprio (anche ora :P hahahaha)

    RispondiElimina
  4. Sei ancora una volta superlativa! Irresistibili!

    RispondiElimina
  5. Ciao Erica, piacere di conoscerti. Il tuo blog mi piace tantissimo! Sbaglio o sei un tipo vulcanico? Continua così! Sicuro che ripasso a trovarti ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hihihihihi.... grazie cara. Ti seguirò sicuramente anche io perché sposo in pieno il tuo concetto di cucina!! Un abbraccio, il piacere è sinceramente il mio!

      Elimina